Attenti alle superofferte del Web

Postato Lug 21 2009 - 12:00am da ITG

Una finta vendita di liquidazione con prezzi super scontati sul sito internet MOOO.COM viene in questi giorni promossa attraverso una campagna spam di grandi dimensioni. A causa della crisi economica, viene ribadito, il sito MOOO.COM chiuderà l’attività e per questo vende tutti i suoi prodotti anche con sconti fino al 95%.

Chi riceve la mail contenente nell’oggetto “ vendita in liquidazione” (clearance sale) viene invitato a cliccare su un link che dovrebbe indirizzarlo a una pagina contenente le informazioni sui vari prodotti in vendita. La minaccia però è dietro l’angolo. Il link in questione, infatti, porta ad un file chiamato ausverkauf.exe il quale contiene una versione del noto Trojan Buzus.

I Trojan della famiglia Buzus, una volta infettato il sistema delle ignare vittime, ne effettuano una scansione volta a recuperare vari tipi di dati personali (carte di credito, online banking, accessi ftp) che vengono poi trasmessi ai cyber criminali che hanno ordito l’attacco. Oltre a ciò questo malware causa una diminuzione delle impostazioni di sicurezza che rende i Pc delle vittime ancora più esposti ad ulteriori attacchi.

Va poi sottolineato come il sito MOOO.COM non abbia nulla a che fare con un portale di vendite online trattandosi solo di un servizio DNS libero attraverso il quale i sub-domini di MOOO.COM vengono impostati al fine di indirizzare poi su specifici target.

Ralf Benzmueller, Manager of G Data Security Labs: “Ancora una volta possiamo notare come i cyber criminali abusino di popolari servizi Internet con accesso libero per i loro piani criminosi. Fino ad oggi diversi script di trasferimento sono stati impiegati per reindirizzare gli utenti su determinati siti web in modo tale da essere utilizzati su qualsiasi grande dominio. L’utilizzo di servizi DNS è invece un’alternativa ancora poco sfruttata.”

Ancora una volta risulta evidente una delle strategie preferite dai criminali online, che tentano di sfruttare determinate tecniche di attacco per ingannare gli utenti e carpire così alcune informazioni importanti come i dati personali delle loro carte di credito (il cosiddetto social engineering). In questo caso il grande sconto proposto rappresenta una tentazione molto forte per cliccare sul link proposto e così infettare il proprio computer.

Come al solito per tutti, e non solo per i cacciatori di offerte particolarmente convenienti sul web, valgono alcuni avvisi basilari come quello di non accettare download che appaiono dopo aver cliccato su vari link, piuttosto che proteggersi con un scanner antivirus dotato di filtro http.

Commenta con Facebook