Birds of Steel Recensione Playstation 3 Xbox 360

Postato Mar 26 2012 - 12:00am da ITG

Birds of Steel è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso del Web in tutte le versioni, ordinandolo lo riceverete direttamente a casa vostra senza pagare nulla per la spedizione: cliccare per credere!

Da sempre quello dei simulatori di volo è stato un genere appannaggio dei PC, complici periferiche come mouse e tastiera che hanno sempre permesso di poter realizzare giochi profondi e complessi che dessero la sensazione di essere davvero alla guida di un velivolo. Le cose sembra stiano leggermente cambiando, grazie all’uscita di IL-2 Sturmovik e a quella, adesso di Birds of Steel, sempre ad opera degli stessi sviluppatori, vale a dire Gaijin Entertainment.

Birds of Steel Recensione Playstation 3 Xbox 360

Birds of Steel ci permetterà di rivivere le vicende della Seconda Guerra Mondiale, ed in particolare la Guerra del Pacifico ed include veicoli storici quali Spitfire e Messerschmidt (per un totale di più di cento velivoli) e permetterà ai giocatori di vestire i panni degli Alleati, delle potenze dell’Asse o del Giappone nell’arco di otto campagne distinte.

Come già accaduto per IL-2 Sturmovik, e visto che l’utenza console non è proprio abituata al genere, è possibile scegliere tra tre differenti modalità di controllo: la prima, più semplice, rendere i mezzi da controllare in modo molto simile a quanto accadrebbe con un qualsiasi Ace Combat, con la seconda le cose si fanno più difficile mentre è con la terza che la simulazione si mostra in tutta la sua (pre)potenza e restare in volo sarà davvero difficile, ogni manovra diventa rischiosa e merita la massima attenzione.

Birds of Steel Recensione Playstation 3 Xbox 360

Fortunatamente, prima di inziare le missioni più “serie” (che potremo vivere sia dal punto di vista degli statunitensi che dei giapponesi) ci verrà offerto un comodissimo tutotial che ci mostrerà ed insegnerà tutte le basi, dal decollo all’atterraggio, alle virate, al sistema di ingaggio e così via. Dobbiamo dire che il tutto è davvero ben implementato e col trascorrere del tempo vi impratichirete sempre di più fino ad avere completo controllo del vostro velivolo e la soddisfazione, ve lo possiamo assicurare, sarà grande, soprattutto ogni volta che portereste a compimento ogni scontro.

Dal punto di vista tecnico il titolo si rivela solo discreto per quanto riguarda la modellazione poligonale (in questa generazione di console si è sicuramente visto di meglio), ma arricchisce il colpo d’occhio grazie a tutto un insieme di effetti speciali in gradi di impreziosire gli scontri in volo, come i riflessi di luce sulla carlinga o modelli particellari di esplosioni. Splendido il comparto audio, con una colonna sonora curata dal compositore Jeremy Soule, già conosciuto per i bellissimi tappeti musicali di Oblivion.

Birds of Steel Recensione Playstation 3 Xbox 360

IN CONCLUSIONE
Grazie a IL-2 Sturmovik prima e a questo Birds of Steel adesso, il genere dei simulatori di volo bellici si sta ritagliando la propria nicchia anche in ambito console, da sempre refrattario a questo genere per ragioni tecniche. Anche nel caso diBirds of Steel gli sviluppatori hanno permesso di poter scegliere tra tre diversi modalità di controllo, dalla più semplice alla più complessa, per veire incontro a tutti i tipi di utenti e dobbiamo dire che nel caso si dovessero togliere tutti gli aiuti il titolo mostra tutta la natura di simulatore profondo e complesso. Un titolo quindi calorosamente consigliato a tutti coloro che volessero cimentarsi con questo genere e che fino ad ora non ne avevano mai avuto la possibilità.

GLAMOUR 8
GRAFICA 7.5
SONORO 9
GAMEPLAY 9
LONGEVITA’ 9
TOTALE 8.7

Commenta con Facebook