Brothers A Tale of Two Sons Recensione Xbox 360 Playstation 3 PC

Postato Ago 7 2013 - 12:00am da ITG

La versione da noi testata di Brothers a Tale of Two Sons è quella per Xbox 360, l’unica al momento disponibile. Il gioco arriverà poi su Playstation 3 e PC prossimamente…


Il medium videoludico è maturato e cresciuto ed ovviamente si è diversificato. Vicino a blockbuster fracassoni (Call of Duty e GTA tanto per fare un paio di nomi…), alle produzioni sportive, a quelle “classiche”, si sono cominciate a vedere produzioni più mature, più poetiche. Qualche nome? ICO, Journey ed ora… Brothers a Tale of Two Sons!
La produzione di 505 Games realizzata da Starbreeze Studios ed il regista Josef Fares infatti è lontana da clichè e stereotipi del titolo di “massa” ma si muove su coordinate più emozionali ed emotive. Senza volervi rovinare neppure una delle sorprese che vi aspettano nelle circa 4 ore (veramente intense e con il grande pregio di non riproporre in nessun caso situazioni già vissute) di esperienza da vivere, vi diciamo soltanto che qualche lacrimuccia in più di una situazione potrebbe cadere anche dagli occhi del videogiocatore più “duro”…

La trama del gioco è soltanto accennata: in un mondo “fantastico” c’è uomo moribondo ed i suoi due figli, alla ricerca disperata di una cura che possa guarirlo. I due hanno solo un opzione: dovranno mettersi in viaggio per trovare “l’acqua della vita” contando l’uno sull’altro per sopravvivere. Il gioco pur essendo in single player, ci porterà a muovere appunto di due fratelli, uno con lo stick analogico sinistro, l’altro con lo stick destro. 

Inizialmente bisognerà prendere un pò le misure con questa particolare interazione multipla ma poi tutto avverrà in modo sufficientemente spontaneo. Al di là del gameplay (un misto di puzzle game – avventura – platform 3d) e del buon appeal visivo, la differenza probabilmente la fa l’apporto del regista libanese-svedese Josef Fares che regala al gioco veramente un carico emozionale incredibile anche grazie ad una colonna sonora molto puntuale e struggente nei punti giusti.

IN CONCLUSIONE
Pur essendo figli unici, si potrà apprezzare Brothers A Tale of Two Sons, una perla unica nel panorama videoludico contemporaneo. Legittimissimo scomodare nomi quali ICO e Journey per il lavoro svolto da Starbreeze Studios e dal regista Josef Fares che confezionano un’avventura struggente, emozionante e veramente unica. Da consigliare senza esitazioni ovviamente a chi ha una certa empatia per questo tipo di interazioni digitali ben lontane dai blockbusters fracassoni… Saranno sicuramente i vostri 1200 Microsoft Points spesi meglio…
VOTO: 10

Commenta con Facebook