Civitanova Marche: Il Jolly Roger rivendica l’ex liceo come spazio sociale

Postato Giu 28 2010 - 12:00am da ITG

Riceviamo dall’Ambasciata dei Diritti di Civitanova Marche, il Collettivo CSOA Jolly Roger e l’Associazione Raggio Verde

"Sono passati due anni da quando nel marzo del 2008 occupammo l’ex liceo scientifico e lo restituimmo alla città col nome di c.s.o.a. Jolly roger. Quello che ne seguì fu una fucina di idee, relazioni ed esperienze che si formarono in quella struttura per poi essere restituite amplificate nel tessuto sociale del nostro territorio.

Nei due mesi che seguirono la città fu testimone della prima esperienza di democrazia diretta e dal basso a Civitanova. Nonostante questo il progetto che la nostra realtà e altre associazioni misero in campo fu bloccato dalla mancata volontà politica dell’amministrazione provinciale di ridare vita agli spazi dell’ex liceo e dallo sgombero forzato con immediato sequestro dello stabile da parte della magistratura.

In questi due anni però la nostra lotta e quella di tante altre associazioni per il diritto ad uno spazio sociale ha continuato a tener vivo il dibattito in città su temi fondamentali come la casa, il reddito, l’acqua e più in generale sul problema della difesa e della gestione dei beni comuni, proprio a cominciare dallo spazio dell’ex liceo che l’amministrazione Capponi aveva annunciato voler addirittura mettere in vendita!

Negli ultimi mesi il dibattito politico non ha fatto altro che usare gli spazi dell’ex liceo come mera occasione per scaramucce tra coalizioni e partiti, invece di pensare a restituire alla città e all’autogestione uno spazio pubblico che da troppi anni versa, inutilizzato, in condizioni disastrose. Al contrario in questo lasso di tempo il c.s.o.a. Jolly Roger ha lottato contro la vendita dell’ex liceo, provando ad aprire un dialogo con l’amministrazione provinciale e proponendo un progetto di riqualifica dello spazio e creazione di un polo socio- culturale per le associazioni che operano nel territorio. Ma le intenzioni della Provincia a quanto pare erano tutt’altre.

Da sottolineare l’ultimo incontro con l’ex-assessore Vignati, la cui risposta è stata molto chiara: nessuna idea e nessun progetto in corso per la riqualificazione dello spazio, nessuna sensibilità verso la mancanza di spazi per le associazioni in provincia (“di queste cose se ne devono occupare i Comuni”, è stata la risposta, come se l’ex liceo non fosse una struttura pubblica inutilizzata da poter utilizzare per i bisogni reali del territorio!) tanto da ipotizzare la vendita dell’area senza alcuna considerazione della volontà e delle necessità del quartiere e della città.

Negli ultimi mesi si è parlato spesso dell’ex liceo scientifico ed è stato più che altro usato come argomento di attacco e dibattito tra opposte fazioni politiche, e la paura è che con il commissariamento della provincia e la imminente campagna elettorale l’ex liceo venga usato per scopi meramente elettorali.

Quello che intendiamo fare noi invece è tutto l’opposto, ovvero creare attenzione intorno alla questione, dare appoggio al comitato di quartiere “quattro marine “ che si è espresso sulla questione rivendicando l’uso dell’ex liceo per fini aggregativi, lottare contro la vendita dei beni comuni e reclamare uno spazio sociale ed autogestito che da troppo tempo manca a Civitanova
.

Le logiche di profitto non possono essere messe davanti ai bisogni di una città e di chi la vive realmente ogni giorno! il c.s.o.a, jolly roger resisterà un minuto di più."

Commenta con Facebook