Cupio lancia le frecce con MSN

Postato Feb 12 2009 - 12:00am da ITG

L’amore nel 21° secolo ha trovato casa nel mondo digitale, dove un 66% di timidi seduttori e novelli Casanova europei confessa che, in occasione della prossima festa degli innamorati, preferirà augurare “buon San Valentino” con un messaggio istantaneo. Il sondaggio condotto da Microsoft, attraverso il network MSN/Windows Live, in 16 paesi tra Europa, Medio Oriente e Africa, indaga l’esperienza e l’atteggiamento di oltre 78.000 persone, evidenziando come è cambiato il corteggiamento ai giorni nostri.

Secondo la ricerca, Internet è diventato il secondo metodo più popolare per fare nuove conoscenze, in linea con il suo ruolo sempre più definito di strumento di comunicazione e Social Networking: quasi un quarto degli europei, il 24%, lo ritiene il metodo migliore per incontrare nuove persone, secondo solo alle conoscenze “tramite amici” (46%). Ben diversa la situazione in Italia, dove solo il 10% si affida ad Internet, percentuale superata dalle conoscenze tramite amici (55%) e quelle effettuate nei luoghi di aggregazione.

Nel complesso, inoltre, circa 67 milioni di persone (il 33%) nell’area EMEA hanno trovato l’amore online, 5 milioni di relazioni (il 7%) sono sfociate nel matrimonio e 19 milioni (il 28%) si sono trasformate in relazioni sentimentali a lungo termine.[3] Oltre un terzo (il 37%) delle coppie online ha avuto brevi storie d’amore che hanno lasciato una buona amicizia, mentre solo il 2% delle relazioni nate sul Web si è concluso con un divorzio. In Italia, infine, solo il 24% degli intervistati ha trovato l’amore su Internet.

La rivoluzione romantica del cyberspazio
Più della metà degli europei (il 55%) e il 42% degli italiani utilizza la messaggistica istantanea per flirtare con qualcuno. Flirtare attraverso questo strumento è una pratica particolarmente diffusa nei paesi del Nord Europa, quali Norvegia (84%), Paesi Bassi (82%) e Svezia (71%) mentre Arabia (35%), Belgio (36%), Spagna (39%) e Italia (42%) sono i meno attivi sotto questo profilo.

Il 64% degli italiani che usano l’IM per flirtare, inoltre, afferma di preferire il corteggiamento tramite messaggistica istantanea perché inibisce meno che di persona, mentre il 18% preferisce flirtare online perché lascia più tempo per pensare a risposte ad effetto.

Dal punto di vista internazionale la maggior parte degli europei (il 66%) ammette che sia più semplice flirtare tramite instant messaging che di persona: i timidi sudafricani preferiscono di gran lunga questo metodo (78%), seguiti a ruota da arabi (77%), turchi (76%) e irlandesi (72%). Dire “ti amo” per la prima volta non è mai facile, perciò non sorprende per niente che una persona su tre si sia dichiarata tramite messaggi istantanei, anziché di persona. Paesi Bassi (61%), Danimarca (42%), Portogallo (41%) e Spagna (40%) sono i paesi in cui si è più propensi a dichiarare il proprio amore nel cyberspazio.

Jean Smith, antropologa esperta di relazioni, ha commentato: “Il romanticismo non è scomparso: si è solo trasferito online! Spesso, l’instabilità economica influisce sulle relazioni, specialmente nelle occasioni cruciali, come il giorno di San Valentino. Tutti sanno come, per portare avanti una buona relazione, sia fondamentale avere un dialogo sincero. Servizi come Windows Live Messenger rappresentano una piattaforma di facile utilizzo e spesso meno imbarazzante che consente alle persone di aprirsi reciprocamente. La maggior parte di noi trova più semplice flirtare o dichiararsi in un ambiente online, dove la timidezza ha meno spazio. Non è insolito che i più timidi riescano a uscire dal guscio e ad essere più schietti e intraprendenti evitando il faccia a faccia. Windows Live Messenger è un ottimo metodo per mantenere vivo il romanticismo. In generale, le persone si sentono più a proprio agio nell’esprimere i propri sentimenti, senza gli ostacoli delle reazioni fisiche e di un contatto visivo diretto. Così per alcuni Internet rappresenta l’ambiente perfetto in cui aprirsi alla persona amata.”

Commenta con Facebook