Deep Silver rilascia un nuovo trailer di Iron Front Liberation 1944

Postato Mag 22 2012 - 12:00am da ITG
In vista dell’uscita dello sparatutto tattico Iron Front – Liberation 1944, Deep Silver e X1 Software/AWAR rilasciano oggi un nuovo trailer. Il video presenta i carri armati e mostra queste imponenti macchine da guerra mentre si preparano alla battaglia e si muovono verso il fronte e il modo in cui utilizzano le potenti armi per insegnare ai nemici il senso della paura. “Iron Front – Liberation 1944” sarà disponibile in esclusiva per PC, nei negozi e su Steam, a partire dal 25 maggio 2012.
“Iron Front – Liberation 1944” è basato sul motore di “ARMA II: Operation Arrowhead”, di Bohemia Interactive. La trama si svolge nella Polonia meridionale, durante l’offensiva sovietica dell’estate del 1944. Il giocatore impersonerà un soldato di fanteria russo o tedesco e, per conquistare la vittoria, dovrà affidarsi alla strategia e al lavoro di squadra, e utilizzare vere macchine da guerra. La campagna tedesca è incentrata sul tentativo di rallentare l’avanzata delle truppe sovietiche, mentre la campagna sovietica è focalizzata sullo sfondamento delle linee nemiche. Il giocatore, però, non dovrà fare tutto questo a piedi. Usando i loro computer, gli strateghi controlleranno carri armati, tra cui il famoso Panzerkampfwagen VI “Königstiger” tedesco e il russo JS2 “Stalin”, oppure aerei da caccia come il Focke Wulf 190 e bombardieri in picchiata come lo Stuka o il Petlyakov PE-2.
Ma sarà online che la situazione in “Iron Front – Liberation 1944” si farà incandescente: i giocatori possono sia completare missioni insieme sia competere in speciali modalità di gioco come “Cattura la bandiera” o “Attacco e difesa”. “Iron Front – Liberation 1944” include anche un dettagliato editor di missione, che permetterà ai giocatori di creare con facilità le loro missioni e di condividerle con gli amici online, garantendo così un numero di nuove missioni sempre crescente. “Iron Front – Liberation 1944” uscirà in esclusiva per PC il 25 maggio 2012. 

Commenta con Facebook