Giochi: Un’ispirazione per piu’ mondi

Postato mag 8 2012 - 12:00am da ITG
casinocom11.jpg

Sono sempre nuovi. Uguali ai protagonisti e nelle scenografie. Nei minimi dettagli. Per gli amanti dei videogame, il presente è quanto di più radioso ci possa mai essere. Il futuro, un giorno di natale costante. Una sorpresa assicurata di cui è impossibile calcolarne le proporzioni. A pomparli in modo indiretto, anche i siti di casinò italiani elencati sulla guida al gioco Casinoonlineitalia.net, grazie a specifiche sezioni ammiccanti, i Quick Games o il recente Gonz0’s Quest. Sport, guerra e fumetti sono tre dei filoni che più raccolgono proseliti, e di conseguenza le case produttrici investono molto per offrire prodotti sempre di prima categoria.

Un tempo si selezionava la squadra, si avevano partite predefinite e il gioco finiva lì. Preistoria confrontato a cosa offre il panorama odierno. Potendo costruirsi la formazione desiderata in base a gusti e strategie, comprando e vendendo i giocatori a piacimento. E potendo soprattutto contare su una verosimiglianza, che a passare davanti a uno schermo, se non fosse per la console, parrebbe di assistere a una partita di calcio trasmessa in diretta televisiva. I giochi FIFA sono tra quelli più cliccati, comprati e clonati. La fame di calcio è talmente atavica che allo spettatore non basta più godersi lo spettacolo di un match, ma vuole anche rivivere le emozioni in prima persona, riproponendo magari la stessa sfida anche muovendo da sé le gambe dei vari Lionel Messi, Cristiano Ronaldo o Gianluigi Buffon che sia, e ottenendo un punteggio diverso da quello avvenuto.

A dimostrazione di una sempre più globale dedizione al giuoco del calcio, si son messe perfino le slot machine con soldi, che staccandosi dalle grafiche tradizionali, si sono lanciate in questa dimensione, spesso richiamandosi proprio ai più celebri giochi di computer. Ma non si vive solo di pallone, nemmeno nell’universo creativo dei videogame, di cui lo scorso novembre è stato lanciato il primo corso di scrittura interamente loro dedicato, all’interno della scuola Bottega Finzioni. Un modo costruttivo per fornire agli sceneggiatori del mestiere tutti gli elementi indispensabili, che non riguardano solo il passaggio creativo ma tenendo conto anche del budget messo a disposizione, e quindi diventando artista ed economista allo stesso tempo. Se il Grande Schermo ha saputo attingere con intelligenza dall’universo del gioco, tra le ultime trasposizioni basti pensare a Max Payne (2008) con protagonista Mark Wahlberg, o al sempreverde Guerre Stellari, nell’epoca del social network per eccellenza, Facebook, tra pagine di tutti tipi, incluse quelle dei casinò con licenza AAMS, ci sono anche le applicazioni per videogame, che in taluni casi rimandano direttamente al sito.

Lasciata una riposta