La Recensione de Il cosmo sul comò

Postato Dic 24 2008 - 12:00am da ITG

E’ natale, tempo di banalità. Permettetecene una: al cinema, come nella vita, l’attesa determina il giudizio e la soddisfazione. Non sappiamo con quale aspettativa il pubblico italiano si avvicini a Il cosmo sul comò, settimo lungometraggio in undici anni (se si considera anche Anplagghed al cinema), del trio Aldo, Giovanni e Giacomo. Ennesimo cinepanettone? Gioiello di una delle formazioni comiche più geniali degli ultimi anni? Forse conviene non aspettarsi troppo. I tre hanno goduto per anni, anche meritatamente, di un apprezzamento bi-partisan e aprioristico da parte del pubblico italiano, anche se da qualche tempo si ravvisano i segni evidenti di una certa ripetitività comica. Aldo, Giovanni e Giacomo sono ormai da anni prigionieri dei loro stessi personaggi e clichés. Non è quindi un caso che sia forse l’ultimo dei tre, da sempre il più “sotto le righe”, a convincere di più come attore. Il cosmo sul comò è un film leggerissimo, garbato e “milanesissimo”, dove infatti i romani sono ridotti a caricatura (vedi la poliziotta che ferma Giacomo), un po’ come i milanesi nei film prodotti a Roma.

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE QUI

Commenta con Facebook