La Recensione de Il Respiro del Diavolo

Postato Gen 21 2009 - 12:00am da ITG

CON ITALIATOPGAMES VINCI 5 MAGLIETTE CON SCRITTA 3D DEL RESPIRO DEL DIAVOLO. PARTECIPARE E’ FACILISSIMO: SCOPRI SUBITO COME QUI

Un banale malvivente di nome Max (JOSH HOLLOWAY, star di Lost, la serie TV di grande successo vincitrice dell’Emmy e del Golden Globe) sta cercando con tutte le sue forze di comportarsi in modo onesto, dopo un’esistenza passata a sfidare la legge. Ma tutti i suoi sforzi vengono vanificati quando la banca rifiuta di concedergli il prestito che gli avrebbe permesso di iniziare una nuova vita, assieme alla sua fidanzata Roxanne (SARAH WAYNE CALLIES).

Poco dopo, Max riceve una telefonata da parte di un suo vecchio amico, un ex-carcerato di nome Sidney, che gli offre un ultimo, facile lavoro. Si tratta di rapire un membro di una facoltosa famiglia, più precisamente un bambino, David (BLAKE WOODRUFF), per poi chiedere il riscatto alla famiglia. Max è tentato all’idea di guadagnare un po’ di soldi facili; il denaro gli permetterebbero di realizzare il sogno della sua vita: aprire un ristorante. Certo è rischioso, ma in fondo, che problemi potrebbe mai causare un ragazzino di dieci anni? Durante l’attesa del riscatto, però, accadono cose strane e sinistre al gruppo di rapitori, e Max capisce che David non è il bambino innocente che gli era sembrato in un primo momento.

Il film non si allontana troppo dalle atmosfere soprannaturali di Lost, anche se in questo caso la presenza demoniaca è abbastanza dichiarata fin dal titolo e non aleggiante e incerta come nella serie. Al centro di tutto c’è il più classico dei bambini demoniaci, molto ordinato e apparentemente preciso (un classico) ma che in realtà contiene in sè i germi del male ed è capace di una strana forma di condizionamento sugli esseri umani che gli sono
vicini. Ovviamente ha anche un suo piano e non è l’unico nel film.

Leggi tutta la Recensione Qui

Commenta con Facebook