L’Italia si mette in gioco per una settimana

Postato Nov 8 2011 - 12:00am da ITG

100 città, grandi e piccole, oltre 100 locali, 50 scuole, 50 oratori e 10 università. Per un’intera settimana, dal 12 al 20 Novembre tutta l’Italia si mette in gioco: parte infatti, la prima edizione della Settimana del Gioco in scatola, un grande progetto ludico promosso da Hasbro, con l’obiettivo di far riscoprire agli italiani la cultura del gioco e i valori educativi trasmessi dai giochi in scatola.

Da circa 100 anni infatti Monopoly, Trivial Pursuit e i loro fratelli più giovani sono gli unici in grado di mettere d’accordo proprio tutti, genitori e figli, nonni e teenager, uomini e donne, per garantire non solo momenti indimenticabili in compagnia delle persone più care, ma anche quel sano divertimento che non guasta mai.

Ad aprire le danze della Settimana del Gioco sarà un grande evento dedicato alle famiglie. Il 12 novembre si terrà infatti al Mediolanum Forum di Assago una giornata inaugurale interamente dedicata al gioco in scatola. Saranno oltre 250 i nuclei familiari che si contenderanno il titolo di “famiglia in gioco 2011”: 15 classici del gioco in scatola, 200 tavoli, 1.500 sedie, 3.000 metri quadrati e 100.000 punti in palio: ogni famiglia avrà a disposizione 5 ore per totalizzare il maggior numero di punti possibili e aggiudicarsi il maggior numero di premi. Gli oltre mille partecipanti potranno sfidarsi agli intramontabili Monopoly, Trivial Pursuit, Cluedo, Indovina chi, Forza 4, Taboo e Twister, o provare i nuovissimi Cranium, Boogle Flash e Triominos. Un grande happening che sarà il degno fischio d’inizio per una settimana costellata di eventi, sfide e feste che attraverseranno tutta l’Italia.

Sono infatti ben 100 i comuni dell’italico stivale che hanno aderito con passione alla chiamata di Hasbro. Da Torino a Catania, passando per Venezia, Roma e L’Aquila, paesi grandi e piccoli hanno voluto aderire ad una grande festa lunga nove giorni, organizzando ognuno, secondo la propria creatività, una festa dedicata alla famiglia e al gioco. Tutto questo per unire il paese in un’ideale grande partita comune. Insomma, per una volta il social network lascia il virtuale e diventa reale.

Persino il mondo della scuola ha voluto dare il suo contributo, accogliendo con passione la proposta di inventare il gioco in scatola del futuro. Sono infatti ben 50 le scuole elementari e medie che partecipano al concorso ‘Creatività in scatola’. Partendo da alcuni semplici elementi base, cioè il tabellone, i dadi e le pedine, le classi coinvolte dovranno creare da zero un vero e proprio gioco in scatola.
E chi vince potrebbe addirittura vedere, un giorno chissà, il proprio gioco realmente prodotto.

In 10 atenei universitari invece gli studenti, impegnati in prima linea con le Associazioni Studentesche, impareranno a gestire il loro patrimonio con una divertente partita a Monopoly o testeranno la propria preparazione accademica con una sfida a Trivial Pursuit.

La Settimana del Gioco inoltre, sostiene l’iniziativa sociale “Non nasconderti dal gioco, nasconditi per gioco” promossa da Pepita, Cooperativa sociale specializzata nella realizzazione di progetti educativi e sociali. Saranno coinvolti, a questo proposito, ben 50 oratori sparsi su tutto il territorio nazionale, che animeranno eventi e speciali tornei dedicati alle famiglie e ai loro bambini.

E non solo: proprio tutti avranno la possibilità di divertirsi grazie al network di oltre 100 locali, tra pub e librerie, che si trasformeranno in vere e proprie ludoteche, dando la possibilità di improvvisare tornei o lanciarsi in divertenti sfide dall’happy hour fino alle ore piccole.

E per partecipare all’imperdibile evento che aprirà la Settimana del Gioco, previsto per sabato 12 novembre al Forum di Assago a Milano, 50 fortunate famiglie avranno la possibilità di registrarsi sul sito www.staserasigioca.it a partire dal 14 Ottobre fino ad esaurimento posti. Sul sito, oltre che sul profilo Facebook Stasera si gioca, verranno inoltre pubblicate anche le curiosità e gli eventi organizzati in tutta Italia, oltre al network di università, pub e comuni che hanno aderito alla Settimana del Gioco, con aggiornamenti in tempo reale.

Commenta con Facebook