Macerata: Progetto Sicurezza Anziani

Postato Gen 17 2009 - 12:00am da ITG

“C’era una volta la chiave sulla porta…”. Questo è lo slogan della Campagna “Sicurezza anziani” avviata dall’Assessorato alla Sicurezza e Vivibilità della provincia di Macerata e cofinanziato dalla Regione, per prevenire il fenomeno delle truffe, dei raggiri e dei furti. Considerato che c’è un incremento dei reati di microcriminalità sull’intero territorio provinciale, è necessario avviare delle strategie di prevenzione anche facili da mettere in atto purché si sia debitamente informati. “ Ora non è più possibile mantenere i comportamenti di una volta: non esistono più quelle relazioni strette che c’erano nel passato – afferma l’assessore Paola Cardinali. “In realtà – continua l’assessore Paola Cardinali – non sono solamente gli anziani ad essere coinvolti, ma tutte le persone più indifese e meno informate; quelle che vivono da sole e che non hanno il conforto dei familiari per le quali è necessario creare una rete di relazioni sociali che le aiuti a superare l’isolamento”.

Chi è stato vittima di truffe e raggiri non solo viene danneggiato pesantemente dal punto di vista economico ma riporta gravi traumi anche dal punto di vista psicologico. Per questo gli obiettivi della campagna, realizzata con la collaborazione della Questura, delle Poste Italiane e dell’associazione Ancescao, sono quelli di informare i cittadini sulle strategie messe in atto dalla malavita che purtroppo ha raggiunto anche la nostra zona, fino a qualche tempo fa isola felice e tranquilla in cui era normale tenere la chiave sulla toppa. La campagna prevede 12 incontri nel corso dei quali verranno mostrate attraverso un filmato realizzato da attori, le strategie che risultano essere le più utilizzate dai malfattori, sarà distribuita una brochure esplicativa, nello stesso tempo guida operativa, nella quale compariranno anche i referenti da contattare in caso di necessità e dispensati preziosi consigli da parte delle Forze dell’Ordine. “Questi incontri – dice l’ispettore capo della Polizia, Aldo Massei – sono una sorta di vaccino. ci sono reati da cui non ci si può difendere, ma ce ne sono altri, come la truffa, che si possono evitare attraverso l’informazione”. “Mi auguro che anche attraverso il nostro contributo – afferma il direttore delle Poste Italiane, Pier Giorgio Gentilucci – di distribuzione del materiale informativo del progetto intero, si abbassi notevolmente nella nostra provincia la percentuale di truffe”. “ E’ importante che la cittadinanza sia coinvolta” aggiunge il Presidente dell’Ancescao di Macerata, Angelo Formica. A chiusura del progetto si costituirà. sul territorio provinciale, una rete operativa costituita dai referenti dei centri anziani che collaborerà con le forze di polizia per prevenire episodi drammatici e aiutare le fasce più deboli.

Commenta con Facebook