Mario e Luigi Dream Team Recensione Nintendo 3DS

Postato Lug 14 2013 - 12:00am da ITG

Prendere un personaggio famoso per essere protagonista di molti platform (anzi, se vogliamo IL protagonista per antonomasia dei platform) ed utilizzarlo per creare un rpg è operazione non poco rischiosa, eppure l’ormai storica serie Super Mario Rpg ha sempre convinto, regalandoci titoli divertenti, creativi e per certi versi assolutamente originali: Mario e Luigi Dream Team Bros non fa eccezione.

Mario e Luigi Dream Team Bros è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso del Web, ordinandolo lo riceverete direttamente a casa vostra senza pagare nulla per la spedizione: cliccare per credere!

Mario e Luigi sono ancora una volta intenti a salvare la Principessa Peach (qualcuno aveva qualche dubbio in proposito?), intrappolata nel Mondo onirico dal malefico Re Pippistrello Inkubak. Ma dopo che questi si allea con Bowser per impossessarsi della Pietra onirica, un magico artefatto che garantisce a chi lo possiede la soddisfazione di qualunque desiderio, il compito si fa ancora più arduo…

La trama è tutt’altro che avvincente, ma come ben sa chi ha avuto la fortuna e il piacere di giocare i capitoli precedenti, in questa serie non rappresenta un grosso problema.
La cosa che differenzia sostanzialmente Mario e Luigi Dream Team Bros dai suoi predecessori è la sua suddivisione tra sezioni ambientate sull’isola ed altre che prendono vita nel mondo dei sogni.

Nel primo caso viene mantenuta inalterata la collaudatissima struttura della serie: si esplora il mondo, si combatte con i nemici grazie al classico sistema a turni, si parla con altri personaggi e si risolvono enigmi che spesso metteranno a dura prova la vostra materia grigia.

Nel mondo dei sogni, come si accennava, le cose cambiano radicalmente ed il gioco da rpg 3D si trasforma in un divertentissimo platform bidimensionale. Luigi si rivela il solito pigrone e si sdraia sui cuscini magici presenti nel mondo per schiacciare un bel pisolino: a questo punto Mario può prendere parte al suo sogno ed incontrare l’alter ego di Luigi, Oniriluigi.

In queste sezioni, dovremo premere A per far saltare Mario e B per far compiere la stessa azione al suo nuovo compagno: durante i combattimenti Oniriluigi addirittura si fonde con Mario per potenziarlo.

La cosa più curiosa è che tirando i baffi di Luigi il giocatore può utilizzare una fionda nel mondo dei sogni che serve ad aiutare Mario ed Oniriluigi a procedere nel loro percorso; strofinandone il naso invece permette di spingere alcuni blocchi.

Dal punto di vista tecnico il gioco non si discosta molto da quanto mostrato da Mario & Luigi: Viaggio al Centro di Bowser
uscito per Nintendo Ds: era quindi lecito aspettarsi qualcosa di più, soprattutto per quanto riguarda la modellazione dei due simpatici protagonisti. Dal punto di vista sonoro troviamo alcune melodie inedite piuttosto simpatiche ed orecchiabili che si affiancano agli storici motivetti della serie ad opera di Koji Kondo.

IN CONCLUSIONE
Mario e Luigi Dream Team Bros riconferma l’eccellenza della serie Super Mario RPG, portando con sé anche una grande novità data dalla suddivisione all’interno del gioco tra sezioni ambientate nell’isola e nel mondo dei sogni. In questo modo il giocatore si trova davanti non uno ma due giochi: un rpg profondo ed un divertentissimo platform. A voler essere pignoli va sottolineato il fatto che il gioco stenta un po’ a decollare nelle prime ore ma poi prende un buon ritmo e riesce a coinvolgere e divertire fino alla fine; molto graditi i riuscitissimi puzzle ambientali, che costringono ad usare la materia grigia e che hanno al contempo il pregio di spezzare la linearità del titolo.

GLAMOUR 9
GRAFICA 7.7
SONORO 9.3
GAMEPLAY 10
LONGEVITA’ 9
TOTALE 9.2

Commenta con Facebook