Mario e Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012 Recensione Nintendo 3DS

Postato mar 9 2012 - 12:00am da ITG
mario-sonic-2012-olympic-game2.jpg

Mario & Sonic alle Olimpiadi di Londra 2012 è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso del Web, ordinandolo lo riceverete direttamente a casa vostra senza pagare nulla per la spedizione: cliccare per credere!

Una delle poche certezze che esistono a questo mondo è che ogni quattro si ripresentano le Olimpiadi con tutta la varietà delle discipline sportive e gli atleti più forti del mondo. Un’altra certezza, legata alla prima, è che non può mancare di certo la trasposizione videoludica, che, da un po’ di tempo a questa parte può contare sui più carismatici personaggi dei mondi di Mario e Sonic grazie ai talentuosi ragazzi di Sega.

A dire il vero, la versione per 3Ds di Mario & Sonic alle Olimpiadi di Londra 2012 esce con un ritardo di qualche mese rispetto alla controparte Wii e, contrariamente a quello che si potrebbe pensare a primo acchito, in realtà non si tratta di un porting più o meno pedissequo ma di una vera e propria rivisitazione allo scopo di sfruttare le caratteristiche della console portatile Nintendo.

Mario e Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012 Recensione Nintendo 3DS

La prima, enorme differenza sta proprio nella modalità storia, assente nella versione Wii:
Londra viene avvolta da una misteriosa nebbia, creata dai cattivoni di turno, con Bowser in testa, per impedire che i giochi olimpici abbiano inizio. Ovviamente toccherà ai nostri eroi risolvere l’incresciosa situazione: la storia viene narrata con gradevoli cut scene realizzate col motore del gioco.

Di fatto però, una volta finito il filmato di turno verrete messi di fronte ad una delle oltre 50 discipline presenti nella modalità sfida:
ciononostante, non possiamo non affermare che la scelta sia stata gradita, se non altro per allungare la longevità del single player.

Passando alle discipline, dobbiamo dire che sono state tutte rivisitate per adattarle ai controlli del 3Ds, come si diceva, e va da sé che qualcosa è andato perso. Spesso e volentieri si usano i tasti classici, come nel caso della lotta libera, in cui si tratta semplicemente di premere al momento giusto i tasti che compaiono a schermo. Oppure come nel classico dei 100 metri piani, in cui dovrete stranamente stare attenti solo allo scatto iniziale e allo sprint finale, premendo il tasto A col giusto ritmo.

Mario e Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012 Recensione Nintendo 3DS

Altri, che fanno uso del touch screen come nel caso del nuoto, convincono poco, visto che fare le singole bracciate con una certa velocità è frustrante a causa dell’approssimazione della risposta a schermo. Passando al comparto video, è stato sicuramente fatto un ottimo lavoro, se consideriamo il genere di gioco che ci troviamo davanti. Tutti i personaggi e i vari ambienti di gioco sono stati realizzati con dovizia di particolari e la palette cromatica molto contrastata impreziosisce un lavoro che era già buono di per sé. Discreto il sonoro, con motivetti azzeccati ed allegri che sottolineano a dovere l’atmosfera delle varie discipline, anche se risultano un tantino anonimi.

IN CONCLUSIONE
Mario & Sonic alle Olimpiadi di Londra 2012 3Ds non è la trasposizione del titolo per Wii ma un suo ripensamento allo scopo di adattarlo al meglio ai controlli della console portatile, con l’aggiunta di una modalità storia che, pur non essendo particolarmente sviluppata o originale, di certo aumenta longevità e appetibilità del titolo sotto il profilo del single player. Purtroppo però va anche sottolineato come i controlli (ri)pensati nelle varie discipline sportive convincono poco, risultando poco precisi e legnosi, con il risultato di far cadere la curva del divertimento e portare in alcuni casi alla frustrazione.

GLAMOUR 7
GRAFICA 8
SONORO 7
GAMEPLAY 6
LONGEVITA’ 7
TOTALE 7

Lasciata una riposta