Micro Machines World Series – La Recensione

Postato Lug 4 2017 - 3:13pm da ITG

Acquista su Amazon.it

Sin dall’epoca dei 16 bit (quindi 25 anni fa circa), le Miromachines ogni tanto fanno nuovamente capolino sulle più importanti piattaforme da gioco. L’ennesima rivisitazione di una delle saghe di più grande successo nella storia dei videogiochi questa volta si chiama Micro Machines World Series disponibile per Playstation 4, PC (la versione da noi testata) ed Xbox One.

Il videogame distribuito in Italia da Koch Media, ci immerge nuovamente nei micro mondi di queste crazy cars che hanno fatto bonariamente imprecare più di una generazione di gamers! Andiamo ad analizzare più dettagliatamente il titolo. Vi ricordiamo che come per ogni titolo in uscita, ItaliaTopGames ha aggregato le principali recensioni italiane del gioco in questa scheda.

Innovare nella tradizione: potrebbe essere questo lo slogan di questa nuova reincarnazione. Le piste (dieci più cinque arene per le battaglie) ambientate nei più inusuali background sono un segno distintivo della serie; lo stesso si può dire per le stesse Micromachines (dodici tipologie) piuttosto peculiari tra cui scegliere il nosto alter ego virtuale e la possibilità multiplayer che da sempre ha fatto la fortuna della serie.

In negativo ci ha stupito l’assenza di un qualsiasi tipo di campionato o campagna single player. Da soli si potrà soltanto partecipare a gare singole mentre in multiplayer online o a casa con gli amici, oltre a degli eventi speciali, ci aspettano tre tipologie di gioco diverse oltre alle normali cose: King of The Hill, Capture The Flag e Consegna Esplosiva.

La novità più rilevante che abbiamo percepito è invece proprio nel cuore del gioco, nel gameplay: possiamo affermare che in questa nuova versione, si è cercato di accantonare quella componente anarchico/caotica che aveva da sempre contraddistinto il gioco. Sia chiaro: l’imprecazione è sempre all’ordine del giorno (con MM anche i laureati di Oxford e gli iscritti al Rotary Club si lasciano andare ad improperi, ve lo assicuriamo!) ma ci sentiamo molto più responsabili rispetto a quello che avviene su schermo.

Sotto l’aspetto audiovisivo, Micromachines propone piacevoli scenari 3D con tanti particolari raffinati che dimostrano una certa cura per rendere il gioco al passo con i tempi delle nuove tecnologie se pur ovviamente non sia questo il genere di giochi che ci immaginiamo portino al massimo sfruttamento delle schede grafiche. Piacevole anche il sonoro in particolare per la localizzazione in italiano ottimamente curata se pur limitata a poche battute per personaggio di gioco.

IN CONCLUSIONE
Abbiamo letto in rete molte recensioni piuttosto critiche nei confronti di Micromachines World Series. Sicuramente il titolo di Codemasters non è affatto un capolavoro ed oggettivamente soffre dell’assenza di una modalità veramente corposo per il single player. Detto questo però il titolo si fa veramente apprezzare per un gameplay fedele alla serie ma meno caotico ed una serie di modalità e pista che garantiscono una longevità adeguata soprattutto grazie al multiplayer che sia on line o nella maniera più tradizionale con amici in carne ed ossa nello stesso luogo. Al prezzo budget di 29.99 euro, se amate da sempre la serie fateci assolutamente un pensierino.

VOTO: 7.5

Acquista su Amazon.it

Commenta con Facebook