Nazionale Italiana di Magic in “ritiro”

Postato Nov 27 2008 - 12:00am da ITG

E’ la nazionale sportiva più bizzarra d’Italia. 20 ragazzi di età compresa tra i 18 e i 28. Nessuna particolare abilità atletica, un fisico non proprio da olimpiade, ma un quoziente d’intelligenza superiore a 120 e la totale conoscenza dell’opera integrale di Tolkien. La loro specialità? Il combattimento a mani nude contro draghi ed elfi e l’elaborazione di strategie per salvare il mondo. E’ la Nazionale Italiana Stregoni di Magic, che il 28 novembre andrà in ritiro per una due giorni preparatoria in vista della competizione mondiale. Infatti a metà dicembre la Nazionale Magic volerà negli USA a Memphis per difendere i colori italiani nel Campionato Mondiali del gioco di carte in stile fantasy più diffuso in tutto il mondo.

In una località segretissima tra Modena e Reggio Emilia, i 20 geni del fantasy si eserciteranno in un tour de force ininterrotto di 48 ore a base di prove di resistenza psicologica, sessioni di studio analitico dello stress, esercizi di strategia matematica applicata e allenamenti di psico-fitness con l’ausilio di istruttori specializzati.

Tra i 20 componenti della squadra saranno presenti Mario Pascoli, 28enne romano, avvocato di professione ma soprattutto ben 2 volte Campione Italiano di Magic e 2° al Pro Tour di Kuala Lumpur e il napoletano Giulio Barra, 25 anni, arrivato terzo al PT Valencia. Ma non solo. Tra i convocati non potevano mancare il famoso campione di snowboard Filippo Kratter, 28enne udinese, che si è classificato secondo ai Nazionali 2008 e che è anche un gran giocatore di Magic on line; Marco Camulluzzi, 22enne di Roma, che si è classificato nei top 8 ai Nazionali 2008. Infine, il più giovane del gruppo: Alvise Gorghetto 18 anni, studente, vive a Mestre e anche lui ad agosto si è classificato nei top 8 durante i Nazionali 2008 tenutisi a Rimini.

Magic: The Gathering è il “cult game” di ispirazione fantasy, nato nel 1993 ad opera di Richard Garfield. In questi 15 anni è riuscito a conquistare milioni di appassionati, imponendosi come un vero e proprio fenomeno di costume fra giovani e adolescenti di tutto il mondo. Sono infatti più di 7 milioni i giocatori sparsi per i cinque continenti, 3 miliardi le carte vendute, 54 paesi in cui il gioco è diffuso e 9 le lingue in cui le carte sono state tradotte. L’Italia, coi suoi 65.000 giocatori attivi è seconda solo agli Stati Uniti per numero di player, ma è prima a livello mondiale per il numero di tornei organizzati, con più di 6.600 competizioni ogni anno.

Commenta con Facebook