Addio Paolo Villaggio, genio autentico, feroce critico di una certa Italia

Postato Lug 3 2017 - 8:50am da ITG

L’assemblea di condominio, i cineforum, le vacanze al mare e in montagna, le piccole e grandi insoddisfazioni dell’italiano medio. L’universo immaginifico creato da Paolo Villaggio con Fantozzi, è qualcosa di geniale che purtroppo non tutti hanno apprezzato fino in fondo, recependo soltanto la demenzialità della messa in scena cinematografica.

Oggi che diamo l’ultimo saluto a Paolo Vilaggio, è veramente opportuno ricordare la grandezza di un grandissimo artista che prima sui libri e poi sul grande schermo ha raccontata un’Italia che per certi versi non c’è più ma le frustrazioni e le inquietudini di un certo tipo non sono poi cambiati del tutto.

Poi è sicuramente vero che Paolo Villaggio non ha realizzato soltanto capolavori geniali nella sua carriera ma si è fatto quasi sempre apprezzare per le sue doti di trasformista come in Fracchia la Belva Umana dove interpretava due personaggi agli antipodi. Sarà impossibile dimenticare Paolo Villaggio e tutto quello che ha creato. I suoi film e le scene cult rimarranno sempre con noi, a ricordarci anche dei nostri limiti, dei nostri vizi ed a volte anche delle nostre virtù. Ciao Paolo, ti vorremo sempre bene!

Commenta con Facebook