Dead By Daylight Special Edition – La Recensione

Postato Lug 8 2017 - 9:39am da ITG

Acquista su Amazon.it

A distanza di poco più di un anno dalla sua prima incarnazione su PC, Dead By Daylight arriva anche su Playstation 4 ed Xbox One (quest’ultima è la versione che abbiamo avuto modo di testare) con una special edition che ha portato il gioco per la prima volta a materializzarsi in formato fisico con ulteriori contenuti esclusivi tra cui vari DLC e l’eccellente colonna sonora del gioco. Andiamo subito dunque a scoprire la qualità del porting su console del titolo e le features di questa edizione speciale.

In primis, per chi non avesse mai avuto modo di conoscere DBD, è il caso di mettere in luce la natura del titolo. Siamo infatti di fronte ad un titolo completamente incentrato sul multiplayer tanto che su Xbox One se non possedete un abbonamento a Live Gold non potrete neppure far partire il videogame.

Un multiplayer particolare però visto che Dead By Daylight propone una gameplay asimmetrico: da una parte un singolo giocatore che impersonerà un serial killer e dall’altra quattro teenager americani che proveranno a salvarsi, a volte collaborando, altre volte cercando di svignarsela mentre l’omicida se la prende con qualcun’altro dei quattro. A seconda di chi impersonerete, cambieranno molti aspetti del gameplay. Se sarete una delle quattro vittime designate, la visuale sarà in terza persona per favorire la visione dell’arrivo del predatore. Nei panni del serial killer la visuale è invece in prima persona e la velocità di movimento sarà molto più elevata.

Ovviamente anche l’obiettivo finale è diverso: quello dei ragazzi è attivare dei generatori che permetteranno loro di aprirsi una via di fuga dalla mappa mentre per il serial killer il fine ultimo non può che essere l’eliminazione dei quattro obiettivi prefissati tramite dei simpaticissimi ganci da macellaio presenti in vari punti degli ambienti di gioco.

Il titolo, se pur non presenti alcun incipit narrativo e non goda di alcuna licenza ufficiale è chiaramente un omaggio ad un certo filone del cinema horror. Impossibile non cogliere citazioni più o meno esplicite ad alcuni personaggi mitici come Jason di Venerdì 13 o Michael Myers di Halloween. Questo aspetto ovviamente potrebbe rendere il titolo più attraente agli amanti di queste produzioni filmiche.

Se pur l’estetica del titolo non sia particolarmente innovativa, il nostro giudizio nei suoi confronti è sicuramente positivo. Lo stesso non si può dire per quello puramente tecnico con la versione Xbox One che soffre di un frame rate non così stabile, nonostante un dettaglio visivo generale tutt’altro che particolarmente elevato e neppure scevro da qualche bug di troppo. Niente da dire invece sul passaggio dalla combo mouse+tastiera al joypad che si dimostra convincente in entrambi i lati del gameplay.

Non impeccabile il net-code con alcuni problemi di disconnessione che ci auguriamo vengano presto risolti con patch correttive che risultano decisamente importanti per aumentare la validità dell’esperienza di gioco proposta.

Analizzando infine le caratteristiche di questa special edition, come contenuti aggiuntivi troviamo un numero maggiore di ragazzi e di serial killer disponibili che saranno poi ulteriormente personalizzabili. Aumentato anche il numero di mappe disponibili, aspetto importante per aumentare la potenziale longevità.

IN CONCLUSIONE
Indubbiamente ci aspettavamo qualcosa in più dal porting di Dead By Daylight su console. Almeno per quanto riguarda la versione Xbox One, ci sono inspiegabili cali di frame rate e pure qualche bug di troppo oltre ad un matchmaking tutt’altro che impeccabile. Detto tutto questo la formula del multiplayer asimmetrico in salsa horror ha decisamente il suo fascino. Da consigliare dunque ai fan dei giochi multiplayer e di chi vuole vivere virtualmente come se fosse in un teen horror movie anni 80 – 90.

VOTO: 6.5

Acquista su Amazon.it

Commenta con Facebook