Star Trek Bridge Crew – La Recensione per Playstation VR

Postato Giu 8 2017 - 9:21am da ITG

Acquista su Amazon.it

Disponibile per Oculus Rift, PlayStation VR (la versione da noi testata) e HTC Vive con tanto di cross-play, la produzione di Ubisoft Star Trek Bridge Crew ci mette nei panni di un ufficiale della Flotta stellare per completare una serie di missioni che determineranno il destino della propria nave e del suo equipaggio.

Giocabile in cooperativa online con un intero equipaggio, oppure da soli nei panni del Capitano, Star Trek: Bridge Crew (qui tutte le recensioni italiane) porta i giocatori e i propri amici direttamente sul ponte di comando di una nuova nave spaziale, la U.S.S. Aegis, mentre saranno inviati a esplorare un settore dello spazio sconosciuto.

Il titolo sfrutta tutte le caratteristiche di interazione sociale rese possibili proprio dalla realtà virtuale. Attraverso il rilevamento dei movimenti della mano, avatar realistici e una sincronia labiale in tempo reale, i giocatori potranno essere impegnati sulla nave della Flotta spaziale nei panni di Capitano, Ingegnere, Timoniere e Stratega. Ciascun ruolo è cruciale per il successo delle diverse missioni e solo collaborando come una squadra sarà possibile completare tutti i propri obiettivi. Sarà anche possibile giocare da soli ma buona parte del divertimento evaporerà senza la compagnia di altri giocatori umani facilmente ritrovabili con il matchmaking online.

Star Trek: Bridge Crew propone una campagna non particolarmente longeva ma affiancata da una serie di missioni casuali per centinaia di ore di avventure a bordo della U.S.S Aegis o della leggendaria U.S.S. Enterprise NCC-1701, ricreata in ogni dettaglio da Star Trek: The Original Series.

Il gameplay, in qualsiasi dei quattro ruoli possibile, non è particolarmente frenetico ma la possibilità di elaborare più di una strategia possibile per risolvere la grana del momento in coordinazione con gli altri elementi dell’equipaggio aumenta in modo considerevole il valore dell’esperienza cooperativa. Ed ovviamente essere fan di Star Trek aiuta considerevolmente ad apprezzare la fedele ricostruzione dei vari meccanismi scientifico-tecnologici presenti nell’universo immaginifico di riferimento.

L’aspetto meno convincente di Star Trek Bridge Crew è indubbiamente quello tecnico. Siamo infatti di fronte ad un prodotto ben lontano da quanto apprezzato sul visore di casa Sony che però dal punto di vista estetico riesce a catturare l’essenza della vita a bordo delle navi interspaziali.

Riguardo il sonoro, in primis bisogna sottolineare la totale mancanza di localizzazione in italiano quindi il vostro inglese deve essere sufficiente a garantirvi una certa comprensione dei testi a schermo. Per il resto gli effetti audio sono molto fedeli a film e telefilm della serie.

IN CONCLUSIONE
Star Trek Bridge Crew è un titolo da consigliare senza esitazioni ai fan della saga fantascientifica che avranno la possibilità di sentirsi a bordo di due navi della flotta U.S.S. Divertente da soli, intrigante in cooperativa, la produzione di Ubisoft ricrea fedelmente le dinamiche e la tecnologia di Star Trek garantendo anche scelte multiple su come affrontare le varie situazioni problematiche di cui ci dovremo occupare. La totale assenza della localizzazione in italiano ed un ritmo ludico non particolarmente elevato sono i due aspetti che lo rendono un titolo indirizzata ad un pubblico ben caratterizzato.

VOTO: 8

Commenta con Facebook