WipEout Omega Collection – La Recensione

Postato Giu 6 2017 - 9:30am da ITG

Acquista su Amazon.it

Era la metà degli anni ‘90 e Sony faceva uscire una certa console, la Playstation, e da quel momento l’universo dei videogiochi fu rivoluzionato per sempre in ogni suo aspetto. Tra i titoli di lancio che portarono all’incredibile successo della PSOne va sicuramente ricordato Wipe Out, l’opera dell’indimenticabile Psygnosis, un gioco di corse futuristiche che aveva tra i suoi punti di forza l’incredibile velocità, un estetica techno molto forte ed anche una colonna sonora esaltante.

Tanto grande è stato il successo di Wipeout che oltre ad una lunga serie di sequel, si può dire che abbia generato un vero e proprio genere o per meglio dire sottogenere dei racing. E per la gioia di tutti i fan la serie debutta finalmente su Playstation 4 con questa Omega Collection di cui trovate tutte le recensioni italiane qui.

WipEout Omega Collection propone in versione completamente rimasterizzata e con pieno supporto anche alle features di Playstation 4 Pro (4K e HDR) tre titoli della serie più specificatamente WipEout 2048 (uscito nel 2012 su Playstation Vita), WipEout HD (2008, Playstation 3) e WipEout HD Fury (2009, Playstation 3).

La sostanza è sempre quella ed i tre conquistano il giocatore grazie ai tanti potenziamenti da usare, le terribili armi con cui potremo mazzulare i nostri avversari (ma anche essere a nostra volta mazzulati dagli altri) e ricercare tutte quelle accortezze su ogni pista per compiere il giro perfetto. La cosa più importante da sottolineare è come i controlli siano assolutamente efficienti per il controllo del nostro mezzo meccanico.

L‘estetica hi-tech rende al meglio ora in alta definizione (che sia 1080p o 4K) con una palette cromatica divina, un frame rate granitico a 60 fps, una colonna sonora elettronica sensazionale ed un dettaglio visivo veramente molto elevato.

Omega Collection ci propone le tre campagne di gioco sin dal primo istante e affrontabili liberamente nell’ordine che vorremo con una sorta di sistema a “blocchi” in cui superata una sezione se ne renderà disponibile un’altra. Varie tipologie di gioco previste che vanno dalla corsa “classica” al deathmatch, testa a testa ed altre variazioni sul tema.

Presente anche la Zona, in cui dovremo correre a velocità sempre maggiore senza andare a sbattere con un cambiamento cromatico a schermo di impatto psichedelico veramente notevole. Il titolo di Sony presenta anche la possibilità di multiplayer on line (senza alcun problema di lag) per un massimo di otto giocatori ed anche in locale tramite split screen per due giocatori. Nella Racebox infine potremo personalizzare a nostro piacimento ogni aspetto della competizione e creare così la nostra esperienza di gioco personalizzata.

IN CONCLUSIONE
Wipeout Omega Collection porta per la prima volta su PS4 tutto il fascino di un brand che sulla prima Playstation si era trasformato in una vera e propria killer application. L‘estetica hi-tech rende al meglio a 1080p (4K sulla Pro) con una palette cromatica divina, un frame rate granitico a 60 fps, una colonna sonora strepitosa ed un dettaglio visivo veramente molto elevato e al passo di questa generazione di Playstation. A meno di 40 euro vi portate a casa un tris di titoli che vi garantiranno una longevità elevata anche grazie al multiplayer on e offline.

VOTO: 8.5

Commenta con Facebook