Zheros: La Recensione per Playstation 4

Postato Mag 12 2017 - 10:44am da ITG

Uscito inizialmente in esclusiva su Xbox One, Zheros, produzione italiana, più precisamente siciliana, del team Rimlight Studios, è arrivata anche su PC e Playstation 4, versione che abbiamo avuto modo di provare insieme al DLC The Forgotten Land.

Per chi non conoscesse questo titolo, l’ambientazione è fantascietifica, il gusto del gameplay è vintage: con Zheros ci troviamo infatti nel campo dei picchiaduro a scorrimento che in Final Fight e Double Dragon hanno avuto i massimi rappresentanti di sempre. Zheros vede Mike e Dorian insieme al nuovo personaggio presente nel DLC, la karateka Thione, la squadra degli Zheros, dover fermare la minaccia del Dr. Vendetta che vuole conquistare la Galassia con la sua armata di droidi.

La trama è un mero pretesto per un beat’em up convincente sia sotto il profilo del livello di sfida che nell’eccellente sistema di controllo. La difficoltà di Zheroes aumenta in modo adeguato, riuscendo a non farci cadere in frustrazione ma chiedendoci un impegno ben al di sopra di la media.

Il meglio dal videogame lo si ottiene giocandolo in compagnia di un amico senza ombra di dubbio così come si faceva nelle sala giochi di fine anni ’80, inizio anni ’90 senza dover ricorrere all’online per il multiplayer.

Sul fronte audiovisivo, Zheros propone una grafica che per certi versi potrebbe ricordare quella di Ratchet & Clank. L’effetto 3D, pur essendo in realtà bidimensionale, è piacevole ed il frame rate conosce poche problematiche di cali. Peccato solo per un aliasing particolarmente vistoso di cui avremmo volentieri fatto a meno. Si tratta comunque dell’unica criticità evidente, per un prodotto da consigliare a chi ama questo tipo di interazioni videoludiche di un tempo.

Grazie al DLC The Forgotten Land inoltre la longevità è aumentata notevolmente tanto che non ci impiegherete meno di 13 ore per completarlo. I livelli aggiuntivi propongono comunque anche qualcosa di nuovo a livello di design. Anche la versione Playstation 4 invece purtroppo soffre di caricamenti decisamente troppo lunghi soprattutto inizialmente.

IN CONCLUSIONE
Avevamo già apprezzato qualche mese fa Zheros su Xbox One ed oggi su Playstation 4, grazie al DLC The Forgotten Land, il titolo è ancora più longevo e vario. Il debutto dei siciliani Rimlight Studios è un prodotto riuscito, capace di ammaliare chi ha vissuto l’epoca dei beat’em up a scorrimeno in sala giochi quando Double Dragon e Final Fight andavano per la maggiore. Se il buongiorno si vede dal mattino, aspettiamoci grandi cose da questo talentuoso team.

VOTO: 8

Commenta con Facebook