Nintendo Land Recensione Nintendo Wii-U

Postato mar 4 2013 - 12:00am da ITG
nintendo-land.jpg

Nintendo Land è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso d’Italia e senza spese di spedizione: cliccare per credere!

Se Wii Sports è stato il grande volano di Nintendo Wii, la grande N ha voluto compiere una operazione simile su Wii-U con Nintendo Land, disponibile sia in bundle con la nuova console che singolarmente. Se ancora non conoscete Nintendo Land… beh siete nella pagina giusta!

NLand è una compilation di 12 minigiochi ispirati da altrettante serie storiche di Nintendo. Alcuni giocabili soltanto in singleplayer (sei ), altri in due giocatori (non sempre in contemporanea), fino ad arrivare a 5 giocatori (i più divertenti senza ombra di dubbio…) ma solamente in locale (avete capito bene… niente on line!).

Animal Crossing, Donkey Kong, Legend of Zelda, Luigi’s Mansion, F-Zero: questi e molti altri nomi storici della softeca Nintendo sono tutti scesi in campo per mettere tendenzialmente in luce le nuove features del Gamepad, fiore all’occhiello della nuova console della grande N oltre a mostrare come si possono creare gameplay distinti nello stesso gioco utilizzando il già citato gamepad o il già conosciuto Wiimote.

Per farvi capire che tipo di interazione aspettarsi da Nintendo Land prendiamo in analisi qualcuno dei mini giochi presenti. Luigi’s Ghost Mansion permette a 5 giocatori di sfidarsi in multiplayer in una sorta di casa stregata/labirinto che non potrà non ricordarvi il mitico Pac Man. Il gioco è semplicissimo, 4 giocatori, Wiimote alla mano, devono aggirarsi per le varie stanze cercando di catturare il fantasma che sarà invisibile alla loro vista (e sullo schermo della TV) a meno che non sia investito da delle fonti di luce, che giungono o dallo stage o dai giocatori stessi, armati di torcia. Il fantasma viene guidato da un quinto che, sfruttando il touch screen del pad, può vedere in qualsiasi momento i 4 giocatori per tentare di sorprenderli.

In Animal Crossing: Sweet Day, anche questo per 5 giocatori (4 con Wiimote più 1 con il GamePad U), il quinto si trova a dover difendere una cittadina da alcuni ladri di frutta. The Legend of Zelda: Battle Quest,è invece una specie di sparatutto su binari che vede due giocatori che useranno il Wiimote come una spada mentre il terzo, sfruttando il GamePad U, userà lo schermino per mirare e scoccare delle frecce per farsi strada nei vari stage. Dopo i divertenti minigiochi dedicati al multiplayer, è il momento del single player, con Takamaru’s Ninja Castle, un tiro al bersaglio con delle stellette ninja che si sparano verso lo schermo direttamente dal GamePad, e con l’interessante Donkey Kong Crash Course, un divertente ibrido che mescola platform e puzzle, con un risultato che rimanda a Trials HD, muovendo le piattaforme da cui far scivolare il nostro personaggio facendo oscillare il GamePad.

Al di là delle varie possibilità date da vari extra di abbellimento, alla possibilità di utilizzare i nostri Mii, sotto il profilo del gameplay, NintendoLand merita la promozione se pur con qualche alto e basso piuttosto evidente visto che alcuni titoli conquistano senza ombra di dubbio (F-Zero, Pikmin, Luigi) mentre altri non ci hanno convinto fino in fondo (Animal Crossing secondo noi è il meno riuscito di tutti). Sotto il profilo audiovisivo, siamo di fronte al tipico prodotto Nintendo nel senso che non c’è nulla che faccia gridare al miracolo tecnologico ma al tempo stesso l’estetica è stata curata sotto ogni minimo dettaglio: Nintendoland è sicuramente un ottimo “testimonial” della famosa Nintendo Difference!

IN CONCLUSIONE
Indubbiamente Wii Sports ha avuto il grande merito di far provare per la prima volta nella storia cosa significava avere un controller con sensore di movimento nell’universo dei videogiochi. Nintendo Land deve “soltanto” introdurre al popolo dei videogiocatori il nuovo gamepad di Wii-U. Nell’insieme i 12 minigiochi presenti meritano la promozione se pur con qualche alto e basso piuttosto evidente visto che alcuni titoli conquistano senza ombra di dubbio (F-Zero, Pikmin, Luigi) mentre altri non ci hanno convinto fino in fondo (Animal Crossing secondo noi è il meno riuscito di tutti). L’aspetto meno convincente è aver realizzato ben 6 giochi esclusivamente per il single player ed aver completamente escluso qualsiasi possibilità multiplayer ma Nintendo Land rimane un acquisto da consigliare senza ombra di dubbio a patto che abbiate un buon numero di amici da invitare a casa per giocare in compagnia.

GLAMOUR 9
GRAFICA 8.5
SONORO 8.5
GAMEPLAY 8.5
LONGEVITA’ 8
TOTALE 8.5

Lasciata una riposta