Paola Perego rinuncia alla Tribù: “Barbara D’Urso mi attacca e Mediaset non mi difende”

Postato Set 3 2009 - 12:00am da ITG

C’è maretta in Mediaset per gli attritti fra due volti notissimi di Canale 5, Paola Perego e Barbara D’Urso. Un conflitto così forte da far decidere la Perego di rinunciare al nuovo reality show, La Tribù che sarebbe dovuto cominciare fra meno di due settimane. L’ex conduttrice di Buona Domenica non si sentirebbe infatti tutelata dall’azienda rispetto agli attacchi che le ha lanciato la D’Urso.

Spiega la situazione Lucio Presta, manager e marito di Paola Perego: "Per l’ennesima volta ho letto sui mass media opinioni (immotivate, gratuite, provocatorie e offensive) della signora Barbara D’Urso a proposito dell’attività professionale della mia assistita Paola Perego e per l’ennesima volta ho chiesto inutilmente a Mediaset una presa di posizione che pubblicamente rendesse merito ed il giusto riconoscimento alla figura professionale di Paola Perego e ai risultati da lei ottenuti a doverosa tutela della sua immagine e della sua carriera".

"Un gesto utile, tra l’altro anche per difendere un valore patrimoniale e una risorsa artistica a disposizione dell’azienda che l’ha ingaggiata. Devo rilevare altresì che Paola ha sempre seguito professionalmente con disciplina, come conduttrice e come autrice, le indicazioni e gli indirizzi editoriali ricevuti da Mediaset e devo lamentare a maggior ragione l’assenza di un segno nitido, leale ed esplicito di apprezzamento che potesse, almeno in parte, contrastare il cospicuo danno di immagine derivante da gossip e villanie provenienti, e di fatto legittimate, dall’interno di un comune ambiente aziendale Comunico dunque che (non solo per quest’ultimo sgradevole episodio ma per altri precedenti e significative incomprensioni, incidenti e problemi che attengono alla privacy e alla riservatezza del rapporto professionale) considero violato il rapporto fiduciario indispensabile tra l’azienda e l’artista alla vigilia della partenza di un programma nuovo e impegnativo".

Commenta con Facebook