Project X Zone Recensione Nintendo 3DS

Postato Lug 13 2013 - 12:00am da ITG

Era da un po’ che non ci capitava di mettere le mani su un bel crossover e dobbiamo dire che Project X Zone riesce a compensare ampiamente la nostra astinenza visto che è una coproduzione Sega/Capcom/Namco Bandai, per cui nel gioco prenderanno vita i personaggi degli universi Darkstalkers, Valkyria Chronicles, Street Fighter, Tekken, Mega Man, Resident Evil e molti altri. Insomma, un titolo che decisamente non può passare inosservato: vediamo se i contenuti sono al livello delle altissime aspettative.

Project X Zone è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso del Web, ordinandolo lo riceverete direttamente a casa vostra senza pagare nulla per la spedizione: cliccare per credere!

La trama si presenta come poco più di un pretesto per far incontrare i tanti personaggi dei mondi “paralleli”: quando un buco nel tempo e nello spazio fa la sua improvvisa comparsa, si apre un varco tra diversi universi che permette sia ad eroi che a malvagi di attraversarlo. Anche il ritmo lascia un po’ a desiderare, visto che nelle prime ore di gioco non accade quasi nulla; ciononostante i fan saranno lo stesso contenti, visto che i dialoghi sono pieni di riferimenti, strizzatine d’occhio e tanta ironia.

Project X Zone è sostanzialmente un gioco di ruolo strategico, per cui dovremo muovere i personaggi su una griglia anziché liberamente nel campo di battaglia. Va detto che le griglie di gioco sono di dimensioni decisamente contenute rispetto a quelle viste in titoli simili, mentre i personaggi possono approfittare di range di movimento piuttosto generosi. L’altra peculiarità consiste nel poter eseguire diverse azioni ad ogni turno, come ad esempio attaccare e curarsi (in genere ne è prevista solo una).

Per ogni scontro potremo contare su due personaggi dei vari universi, con la possibilità però di richiamarne un altro con la semplice pressione del tasto dorsale in qualsiasi momento. Se poi uno dei nostri compagni è nel nostro raggio di azione è possibile effettuare una spettacolare combo combinata.

Nonostante il tutorial iniziale cerchi di far sembrare il gioco piuttosto complesso e pieno di opzioni, in realtà non si potrà fare molto più di quello che già vi abbiamo descritto e a poco serve poter decidere prima di uno scontro se parare, controbattere o farsi scudo, perchè il vero tallone d’Achille di questa coproduzione è proprio da ricercarsi nel gameplay che, per quanto attinga da un genere ormai collaudatissimo, poco fa tesoro di quanto la concorrenza ha da offrire.

Dal punto vista visivo va fatto un distinguo: la grafica ingame appare semplice e poco più che funzionale, tanto da dare la sensazione di avere davanti più un Ds che un 3Ds, dall’altro lato però dobbiamo dire che le talking heads degli oltre 60 personaggi presenti nel gioco, le fantastiche scene di intermezzo e le spettacolari animazioni sono una vera e propria gioia per gli occhi (in particolare, quelli dei tanti fan lacrimeranno per l’emozione). Ottimo anche il sonoro, costituito da campionature brevi quanto efficaci, con motivetti che non faticherete a riconoscere per la loro storicità e che in alcuni casi hanno davvero dell’esaltante.

IN CONCLUSIONE
Project X Zone ha il sapore dell’occasione sprecata: il titolo riesce infatti a valorizzare al massimo la presenza degli indimenticabili personaggi degli universi Capcom/Sega/Namco Bandai grazie a splendide talking heads, ad un character design ispirato e maniacale e ad animazioni superbe, ma pecca in un aspetto importante come quello del gameplay, in cui il gioco si mostra fin troppo semplice nelle meccaniche, senza tenere in considerazione quanto la concorrenza ha (o ha avuto) da offrire in tal senso. In ogni caso ci sentiamo di dire che i pregi (soprattutto per i tanti fan per cui il gioco è pensato) superano ampiamente i difetti, e tra una battuta, un riferimento ed una strizzatina d’occhio Project X Zone saprà regalarvi emozioni uniche ed in un prodotto del genere, in fin dei conti, è quello che più conta.

GLAMOUR 10
GRAFICA 8
SONORO 8.8
GAMEPLAY 6
LONGEVITA’ 7.3
TOTALE 8.3

Commenta con Facebook