Remember Me Recensione Playstation 3 Xbox 360 PC

Postato Giu 10 2013 - 12:00am da ITG


Non si fa in tempo a ripetere per l’ennesima volta che il mercato dei videogiochi manca di idee, di freschezza, che tutti i titoli sono uguali che si viene smentiti (per fortuna!) dai fatti. O meglio, da quel quel gioco che riesce per un motivo o l’altro stupire, a fare la differenza…
E non a caso il nome che sta dietro al gioco Remember Me suona nuovo: Dontnod, team di sviluppo francesce che Capcom ha tirato fuori come asso nella manica al Gamescom di Colonia…

Remember Me è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso del Web in tutte le versioni, ordinandolo lo riceverete direttamente a casa vostra senza pagare nulla per la spedizione: cliccare per credere!

Neo-Parigi. 2084. Le memorie personali adesso possono essere digitalizzate, vendute e scambiate. La protagonista del gioco, Nilin, è una cacciatrice di memoria di alto profile che ha l’abilità di introdursi nella mente delle persone e rubare o alterare le loro memorie. Le autorità, spaventate dalla sua conoscenza e dalle sue capacità arrestano Nilin e ripuliscono la sua memoria. Dopo la sua fuga dalla prigione, Nilin dovrà intraprendere una missione per recuperare la sua identità, aiutata dalla sua ultima e sola amica.

La trama, che sembra non avere nulla di originale, non va assolutamente sottovalutata, visto che viene narrata magistralmente (e di questo ci si rende conto già dalle bellissime sequenze iniziali, tra le più ispirate che ci siano capitate di vedere negli ultimi anni) e con il pretesto della perdita della memoria introduce elementi del mosaico a poco a poco.

Il sistema di combattimento riprende sapientemente quello visto nella serie Batman Arkham, con Milin che riesce a passare con disinvoltura da un avversario all’altro. Il sistema di combo è basato su soli due tasti (potente e veloce oltre al tasto X utilizzato per la schivata): le combinazioni vengono stabilite direttamente dal giocatore grazie al sistema dei Pressen, che ci permette di decidere come mettere in successione i tasti.

In questo modo potremo tra l’altro attacchi recuperare energia in combattimento, infliggere danni maggiori, o ricaricare con maggiore velocità le abilità speciali una volta che queste siano state utilizzate. Ma in Remember Me non dovrete solo combattere, visto che verrete impegnati in fasi esplorative in stile Prince of Persia, senza dimenticare poi le colendissime fasi in cui sarete chiamati a risolvere enigmi per una volta tanto originali.

Dal punto di vista tecnico Remember Me si presenta con una veste sontuasa e incedibilmente affascinante. Grazie anche ad una direzione artistica quantomai ispirata, le strade di Neo Parigi sono rese magnificamente, sottolineando bene la divaricazione che c’è tra le zone ricche e le bistrattate periferie. Più che un videogioco, si ha la sensazione di guardare un film della bellezza di Blade Runner.

Tanta magnificenza, resa anche grazie ad un’ottima resa dei modelli poligonale ed alla solidità del motore grafico (fatta eccezione per alcune sbavature minori) si palesa anche durante le scene di intermezzo, tutte di altissimo livello e dall’impatto devastante. Il sonoro non è da meno, con brani di una bellezza (e a tratti di una malinconia) unica che resteranno scolpiti nell vostra memoria, il doppiaggio si discosta verso l’alto in modo netto rispetto alla media delle altre produzioni (anche se sono evidenti alcuni problemi di sincronizzazione col labiale).

IN CONCLUSIONE
Remember Me è un titolo che fa la differenza e lo si nota sin dalle primissime battute, quando il giocatore viene catapultato in un mondo cyberpunk terribile e bellissimo al tempo stesso. Il team di sviluppo è riuscito a creare un grandissimo film-videogioco, dove l’espressione non sta ad indicare (come troppo spesso accade) la mancanza di interattività ma, al contrario, un riuscitissimo videogioco che per bellezza estetica sembra un film. Dal punto di vista del gameplay i Dontnod si sono appoggiati all’ottimo sistema di combattimento visto nella serie Batman Arkham (innestandovi elementi esplorativi alla Prince of Persia) ed il sistema di combo è stato reso personalizzabile grazie al sistema dei Pressen. Remember Me è, di conseguenza, un titolo splendido da vedere e da giocare, un’opera in grado di rapirvi e catturarvi come pochi altri videogiochi sanno fare, al punto tale che la sua bellezza non può essere descritta, ma capita solo giocandoci. Dunque, cosa state ancora aspettando?

GLAMOUR 9
GRAFICA 10
SONORO 10
GAMEPLAY 9.5
LONGEVITA’ 9
TOTALE 10

Commenta con Facebook