SpellForce 3 – La Recensione per PC

Postato Gen 4 2018 - 2:43pm da ITG

Non era così scontato che avremmo giocato con Spellforce 3. Il team tedesco che aveva lavorato ai primi due capitoli, Phenomic, era stato chiuso dopo essere stato inglobato da Electronic Arts mentre il brand era nella mani del publisher JoWooD, fallito nel 2011. Solo la caparbietà di THQ Nordic ha portato a questo terzo capitolo, in lavorazione dal 2013 e finalmente disponibile da qualche settimana su PC in versione completa.

Da un punto di vista narrativo, SpellForce 3 fa da prequel agli eventi dei primi due capitoli. Questo significa che pure chi non ha mai giocato con i primi due capitoli, può tranquillamente seguire le vicende senza particolari problemi. Il videogame è ambientato in un tipico universo fantasy ricco della componente magica dove comunque non mancherà qualche bel colpo di scena per tenere sempre alta l’attenzione.

Da un punto di vista strettamente ludico, il videogame opera di Grimlore Games, propone una formula simile a quella dei due precedenti capitoli. Un mix di strategia in tempo reale e gioco di ruolo. Diciamolo subito chiaramente: se la parte RPG con il suo party di personaggi molto ben caratterizzati ci ha convinto fino in fondo, lo stesso non si può dire per la componente RTS che sembra un po’ messa come aggiunta e decisamente troppa semplificata per chi come l’autore di questa recensione gioco con questo genere da decenni. Entrambi pagano anche un sistema di controllo che se pur predisposto a varie configurazioni non convince fino in fondo.

Niente da dire però in termini di longevità: la sola campagna principale per il single player richiede almeno trenta ora per essere conclusa a cui poi potrete aggiungere a vostro piacere tutto il tempo che vorrete utilizzare nelle battaglie skirmish contro la CPU o altri giocatori in carne ed ossa online. Completa la proposta ludica anche la possibilità di giocare in cooperativa la già citata campagna principale.

Per quanto riguarda la realizzazione tecnica è bene fare un netto distinguo. Da una parte SpellForce 3 risulta essere graficamente molto piacevole alla vista con ottimi effetti visivi che sfruttano in modo convincente le schede grafiche dei PC. D’altra parte però qualche caricamento troppo lungo unito a qualche bug/glitch (se pur pian piano corretti, ancora parzialmente, grazie ai vari aggiornamenti) levano qualcosa alla positività del giudizio.

Infine per quanto riguarda la componente audio, tutti i dialoghi dei personaggi sono interpretati vocalmente in lingua inglese ma con i sottotitoli in italiano. Le eccellenti tracce musicali sono in perfetta empatia con l’atmosfera proposta anche se troppo spesso ci ritroviamo senza alcun accompagnamento musicale, scelta decisamente negativa secondo l’opinione di chi vi sta scrivendo.

IN CONCLUSIONE
SpellForce 3 è il tipico titolo che si può giudicare in due modi. Guardando il bicchiere mezzo vuoto, potrebbe considerarsi un’occasione mancata vista la componente RTS decisamente non al top e per alcune problematiche (bug / glitch) in via di risoluzione soltanto parzialmente con i vari aggiornamenti usciti da inizio dicembre. Guardando il bicchiere mezzo pieno, l’esperienza di gioco, soprattutto per la parte RPG, sarà graditissima agli amanti del fantasy che potranno contare su una campagna single player veramente longeva ed altre possibilità che aumenteranno ancora la longevità di un titolo molto gradevole alla vista. Decidete voi quale prospettiva assumere e comprendere se questo titolo possa fare o meno al caso vostro.

VOTO: 7.5

Acquista su Amazon.it

Commenta con Facebook