TRL Awards 2009: votali con Messenger

Postato Apr 24 2009 - 12:00am da ITG

Windows Live Messenger e MSN, da sempre attenti ai migliori successi e promotori dello spirito di partecipazione e condivisione con gli utenti, non potevano mancare ad uno degli eventi più attesi dagli appassionati della grande musica: i TRL Awards 2009, l’evento di MTV che celebra gli artisti, i video e i momenti più intensi e divertenti della stagione appena trascorsa.

In occasione della quarta edizione della fortunata manifestazione, che quest’anno si terrà il 16 maggio in piazza Unità d’Italia a Trieste, saranno gli spettatori a premiare gli artisti che durante la passata edizione hanno animato la loro trasmissione del cuore: da aprile, direttamente da Windows Live Messenger, sarà possibile accedere alla Messenger Battle e votare per le varie categorie degli Awards. Una “battaglia” all’insegna della musica e del divertimento che gli appassionati di TRL conoscono ormai perfettamente e che utilizzano dal 2 dicembre scorso per far trionfare durante ogni puntata i propri idoli.

In esclusiva, inoltre, sul minisito dedicato all’iniziativa, http://trl.msn.it/, la possibilità di votare per la categoria “Best New Artist by MTV Pulse” (canale 707 di sky), un premio in partnership con MSN per eleggere la miglior rivelazione dell’anno. Un’opportunità per premiare la fedeltà dei milioni di utenti Italiani che amano godersi la grande musica, scoprire novità e curosità sui propri artisti preferiti sul portale MSN.

Per tutti gli appassionati della popolare trasmissione di MTV il mini sito rappresenterà una destinazione imperdibile per “entrare” e vivere a 360° questo importante appuntamento con la musica: grazie alla partnership con MTV Pulse (canale 707 di Sky), il canale musicale satellitare dedicato ai teenagers, ai successi e alle novità più cool, che seguira’ il backstage dei TRL Awards 2009 grazie ad uno speciale ricco di inediti, curiosità e interviste esclusive e che portera’ gli utenti di messenger a interagire in diretta con la Vj Valentina Correani.

Commenta con Facebook