Wii Party U Recensione Nintendo Wii-U

Postato ott 31 2013 - 12:00am da ITG
Wii-Party-U.jpg

Per quanto pubblicizzatissimo, Wii Party non convinse del tutto critica e pubblica: per rimediare a tale “errore”, Nintendo si è rimboccata le maniche presentandoci un nuovo capitolo pensato appositamente per Wii-U, che promette di sfruttare a fondo le caratteristiche della nuova console da casa. Vediamo come sono andate le cose con Wii Party U, tenendo anche conto che ha la fortuna di essere il primo esponente del genere su questa piattaforma.

Wii Party U è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso del Web, ordinandolo lo riceverete direttamente a casa vostra senza pagare nulla per la spedizione: cliccare per credere!

Rispetto al capitolo uscito per Wii, l’intelaiatura resta sostanzialmente la stessa ed al giocatore vengono riserbate diverse possibilità, su cui spicca tra tutte Giochi di Gruppo in cui abbiamo la riproposizione del classico gioco dell’oca, con tanti tabelloni a disposizione ricchi di minigame da affrontare soprattutto col WiiMote.

Ne abbiamo alcuni, tipo Corsie Veloci, che son molto legati alla fortuna, agli eventi casuali ed al tiro di dadi: dovremo percorrere una sorta di maratona il cui percorso è costituito da ben trecento caselle ed in cui avremo la possibilità di lanciare fino a 10 dadi contemporaneamente.

Nel caso invece di Alchimia di squadra, che mescola alcune caratteritiche del poker con quelle delle cheerleading, ad ogni giocatore verrà data una squadra di Mii con casacche colorate e numerate: grazie a determinati scambi si dovranno formare tris, coppie, scale ecc. accoppiando numeri e colori cercando di fare incetta di punti. In questo caso il peso dato alla fortuna è decisamente meno rilevante e viene esaltato il valore dei minigiochi.

Per quanto riguarda i minigiochi, dobbiamo dire che non deludono, nemmeno quando abbiamo davanti i classici giochi WiiMote. Sotto questo punto di vista dobbiamo infatti appurare come Nintendo si sia dimostrata sensibile alle lamentele dei fan, proponendo sfide che sono quasi sempre incentrata sulle capacità de giocatori, in particolare concentrazione e riflessi; ci sono ancora, ma sono ormai la minoranza, i minigame in cui viene richiesto di agitare forsennatamente il controller.

Menzione particolare poi va fatta per Sfide da Tavolo, in cui le partite e la competizione si fanno particolarmente intriganti, dal momento che che i soli due sfidanti dovranno reggere contemporaneamente e quindi dividersi il GamePad per giocare.

Dal punto di vista tecnico gli sviluppatori hanno compiuto sforzi davvero minimi: personaggi e stage sono realizzati con un dettaglio piuttosto povero ed in più di un’occasione si ha la sensazione di avere davanti un Wii Sports Resort in alta definizione. Anche l’audio non brilla, composto dai soliti effetti sonori buffi e da tracce che restano il più delle volte anonime.

IN CONCLUSIONE
Nintendo riesce solo in parte nella non facile impresa di migliorare la qualità delle sfide offerte con Wii Party. I minigiochi sono adesso decisamente più vari e più incentrati sulle reali capacità del giocatore, ma persistono ancora situazioni che si affidano troppo al caso ed il supporto al Gamepad è spesso solo accennato. Ciò non toglie che Wii Party U resti nel complesso divertente e riuscirà a farvi passare svariate ore in allegria con gli amici, soprattutto se avrete la voglia di passare sopra al comparto audio-video davvero minimalista…

GLAMOUR 8
GRAFICA 6
SONORO 6
GAMEPLAY 9
LONGEVITA’ 9
TOTALE 8

Lasciata una riposta