Xbox One: Le Opinioni degli Analisti (Michael Patcher Inside…)

Postato Mag 22 2013 - 12:00am da ITG
Arrivano puntualissime le dichiarazioni degli analisti in merito a quanto visto nella Xbox Reveal. Leggiamole insieme:
“Microsoft sta cercando di dare agli utenti qualcosa di cui non hanno bisogno. Può anche essere comodo avere una console che ti permette di vedere dei video e la TV, ma ci sono già tantissimi altri apparecchi per quello. Se i consumatori dovranno spendere i loro soldi, lo faranno per giocare e visto che i giochi non saranno retrocompatibili, Xbox One dovrà ricominciare da zero. Anche se il brand Xbox ha sempre avuto un buon feedback nel core gaming non vuol dire che andrà sempre bene. Sony ha imparato la lezione con il passaggio da PS2 a PS3. Sicuramente negli Stati Uniti la nuova console di Microsoft avrà un buon vantaggio, ma devono stare attenti a non fare errori, dopotutto basta guardare al disastroso lancio dell’ultima console Nintendo”. 
(David Cole – DFC Intelligence)
“Non penso che Xbox One sarà un fiasco. A meno che non costi mille sacchi, sono davvero poche le possibilità che il prodotto non venda. Senza dubbio si tratta di un sistema dedicato all’intrattenimento in generale. Ci hanno fatto vedere pochi giochi, ma 15 esclusive e 8 nuove IP non sono certo male. Hanno fatto l’esatto contrario di Sony, mentre la compagnia giapponese si è concentrata esclusivamente sui giochi, Microsoft ha provato a coinvolgere anche la massa non necessariamente legata solo al gaming e penso che questa sia una buona strategia”.
(Michael Pachter – Wedbush Securities)
“Microsoft sta combattendo per il controllo del salotto sin dalla prima Xbox nel 2001. La nuova console rimarrà su questa strada e sarà un ottimo apparecchio sia per la famiglia che per i videogiocatori.”.
(Jesse Divnich – EEDAR)
Quindi mentre Cole pensa che l’idea di un intrattenimento più ampio possa portare al diminuire dell’interesse dei giocatori, in particolare degli hardcore-gamers, di altro avviso sono Pachter e Divnich che appoggiano la scelta di Microsoft. Voi da che parte state? Lasciateci il vostro commento qui di seguito!

Gabriele Eltrudis
Commenta con Facebook