Activision e Treyarch rivelano Apocalypse, l’ultimo DLC per Call of Duty Black Ops II

Postato Ago 9 2013 - 12:00am da ITG
La stagione di Contenuti Scaricabili (DLC) di Call of Duty: Black Ops II di Activision e Treyarch si chiude in bellezza con Apocalypse.  Disponibile in anteprima su Xbox Live, a partire dal 27 Agosto, il quarto e conclusivo DLC del gioco offre quattro emozionanti e variegate mappe multiplayer, e la nuova e altamente creativa esperienza Zombie denominata  “Origins”.
Per Apocalypse, Activision e Treyarch hanno stretto una partnership con la premiata rock band degli Avenged Sevenfold: il loro pezzo intitolato “Shepherd of Fire” che apparirà nel loro prossimo album,  “Hail to the King,” fungerà da colonna sonora dell’esperienza Zombie, poiché sarà presente nel video cinematico introduttivo di “Origins.” Insieme agli Avenged Sevenfold, il celebre illustratore e fumettista Alex Ross ha prestato il suo talento per “Origins,” offrendo un art originale che ritrae gli originali eroi Zombie. Ross, uno tra i più stimati fumettisti di tutti i tempi, è noto soprattutto per i suoi lavori con i fumetti DC e Marvel, ed ha vinto numerosi premi per il suo lavoro e la sua arte.   
“Apocalypse è il gran finale di Treyarch per Call of Duty: Black Ops II,” dichiara lo Studio Head di Treyarch, Mark Lamia. “E’ il culmine perfetto dei nostri sforzi, unito al feedback dei fan, con due nuove mappe multiplayer che i giocatori proveranno per la prima volta, due re-immaginate mappe multiplayer che i fan hanno amato dei giochi passati e Origins, la nostra esperienza Zombie più epica di sempre. Apocalypse è un pacchetto scaricabile che i nostri fan non dimenticheranno mai.”
Call of Duty: Black Ops II Apocalypse offre quattro diverse mappe multiplayer:
Pod: Una decaduta comunità utopistica degli anni ’70 ha lasciato cataste di  materiali edili e costruzioni residenziali in rovina, arroccate sul lato di una scogliera abbandonata a Taiwan. I suoi residenti se ne sono andati da tempo, e così il compound modernista ospita ora frenetici combattimenti  consentendo ai giocatori di correre sopra le cataste, così come muoversi all’interno degli sfaccettati  complessi alla ricerca di una posizione di vantaggio strategico.   
Frost: La neve fresca incontra la polvere da sparo in questa città europea coperta di neve, dove il ponte su un canale gelato la divide in due, richiedendo ai giocatori di usare strategie multi-livello trasversali per sorprendere e sconfiggere i nemici. 
Takeoff:  I fan di “Stadium” dell’originale DLC Call of Duty: Black Ops First Strike si troveranno a proprio agio con “Takeoff.” Abbandonato nel mezzo dell’Oceano Pacifico, questo remoto sito di lancio è un fiorire di combattimenti ravvicinati, che uniscono angolature strette con spazi aperti per scontri intensi.    
Dig: Un adattamento dell’amata mappa “Courtyard” di Call of Duty®: World at War, dove due siti di scavo archeologici in Afghanistan diventano il campo di battaglia perfetto che i giocatori alla ricerca di scontri frenetici e senza fine. Treyarch ha mantenuto lo spirito di “Courtyard” in due punti principali, un layout ampio e piattaforme sollevate, ma offre ai fan anche una rivisitazione nuova sotto molti aspetti.  
In aggiunta alle quattro mappe, Apocalypse rivela anche Origins, l’esperienza Zombie più geniale e terrificante di sempre. I giocatori si ritroveranno in una Francia in stile diesel-punk all’epoca della Prima Guerra Mondiale dove incontreranno i quattro eroi originali della primissima mappa Zombie, Tank, Nikolai, Takeo, e Rictofen, così come orde di zombie che hanno scavalcato trincee e campi, oltre alle rovine di un luogo misterioso e antico.
Sviluppato dopo che i tedeschi hanno scoperto il misterioso “Elemento 115,” questo nuovo capitolo nella saga Zombie esplorerà le origini della saga mentre i giocatori si ritrovano con un’improbabile gruppo di soldati che si riuniscono per sconfiggere il più grande male che il mondo abbia mai creato, usando un arsenale specifico del periodo che include Armi delle Meraviglia che utilizzano poteri soprannaturali, un diesel-drone e un carro armato Mark IV, così come nuove macchine dei perk e power-up – e questo è solo l’inizio. I giocatori avranno bisogno di tutto l’aiuto che potranno per sconfiggere i non morti, e scappare da un abominevole robot alto oltre 1000 piedi. In questa stilizzata avventura non morti, dovranno sfruttare ogni vantaggio per sperare di sopravvivere in una delle più profonde esperienze Zombie mai realizzate da Treyarch.
Commenta con Facebook