Assassins Creed 4 Black Flag: Notizie su Multiplayer, Battaglie Navali, Versione Playstation 4 e Legame con Far Cry 3

Postato Mar 5 2013 - 12:00am da ITG
Gli occhi del mondo video ludico sono attualmente puntati con decisione su Assassin’s Creed IV: Black Flag, quarto capitolo di una saga che dal 2007 ad oggi ha venduto oltre 55 milioni di copie nel mondo, e ufficialmente presentato poche ore fa.
Tra le figure chiave a tal proposito vi sono Ashraf Ismail, game director, e Carsten Myhill, lead content manager di Ubisoft, che in diverse interviste svelano tantissimi dettagli sul nuovo capitolo della saga degli assassini.  Scopriamoli insieme.
-Una lady protagonista? Magari in futuro.
Non era ancora ora di dare un “taglio” ai sex-simbol-assassini al maschile, per dar spazio ad una donzella come protagonista. “Abbiamo deciso di raccontare la storia dei Kenway – ha sottolineato Ismail –  già dagli anni passati quando pensavamo allo schema di Assassin’s Creed III e Black Flag e non ci siamo mai posti il problema. Da una prospettiva piratesca, ci sono state poche donne pirata divenute famose. C’erano, ma non era una cosa molto comune, quindi non volevamo che la gente si fossilizzasse su questo elemento. Già dal principio, ripeto, avevamo pensato di raccontare la storia dei Kenway: avevamo già in mente di parlarvi di Edward, Haytham e Connor, da diversi anni. Per questo non ci siamo mai davvero chiesti se avremmo potuto mettere una donna al centro del progetto”. Dunque una pianificazione importante e ancora niente gentil sesso (se così si potrebbe definire un’assassina): il protagonista della nuova avventura targata Ubisoft sarà Edward Kenway, nonno di Connor e padre di Haytam, un pirata che nel corso della storia formerà una ciurma di pirati che si sposterà tra i Caraibi, la Jamaica, Cuba e le Bahamas. 
-Tra mare e terra ferma 
A proposito dello scenario di gioco il game director  ha dichiarato che Assassin’s Creed IV: Black Flag sarà composto per il 40% da battaglie navali e il rimanente 60% di fasi a terra ferma. Decisione nata in seguito agli ottimi feedback ricevuti dalle fasi “acquose” di Assassin’s Creed III. Capitolo che ha avuto un ruolo fondamentale in prospettiva dello sviluppo di Black Flag,  in particolar modo per la creazione di quelle tecnologie che troveranno largo spazio in quest’ultimo quarto episodio.
– Multiplayer online ma nessuna battaglia navale con altri players
Carsten Myhill  Intervistato da CVG, ha fornito alcune informazioni sull’aspetto del multiplayer che renderà Assassin’s Creed IV un titolo open-source ambientato nel mondo dei pirati:  “nelle prossime settimane sveleremo una grande modalità multiplayer .Al momento, però, quello che posso dire è che non ci sarà alcun tipo di battaglia navale” 
– Lo sviluppo, main quest/sub-missions e le risorse umane “fornite” da Far Cry 3
Gran parte del team responsabile del sorprendentemente riuscito Far Cry 3 è impegnato in Assassin’s Creed IV. A dichiararlo è sempre il game director Ashraf Ismail, entusiasta per come le risorse umane “rubate” al progetto Far Cry 3 stiano giovando moltissimo al sistema di progressi e di ricerca in AC IV: Black Flag. In sintesi gli sviluppatori stanno cercando di lavorare affinchè il mondo di gioco navale sia tanto avvincente da esplorare ma  non ripetitivo al punto di risultare noioso.  Le sottomissioni ed il crafting risulteranno quindi utili per migliorare la propria nave da battaglia così come Jason Brody, protagonista di Far Cry 3 doveva continuamente ricercare materiale per migliorare il proprio equipaggiamento. Questo porterebbe quindi ad un’esplorazione non fine a sè ma fondamentale per ottenere importanti upgrade, potenziamenti con i quali sarà poi possibile combattere contro navi più forti ed attrezzate. Il giocatore (sempre secondo il pensiero di Ismail) alternerà la main quest con le sub-mission, ritrovandosi da tutt’altra parte della mappa di gioco, magari persino di lasciare il timone e raggiungere a nuoto una piccola isola, per poi rimanere invischiato in incarichi minori. Proprio in questi casi vanno i meriti ai programmatori di supporto capaci di creare un gigantesco mondo liberamente esplorabile senza interruzioni grazie a comodi caricamenti in background. Il tutto al fine di rendere fluida, immediata e divertente l’esplorazione di un vasto open-world che poteva rischiare di essere noiosa e frammentaria. Infatti, soltanto le tre città principali necessiteranno di un caricamento all’entrata.
– Sull’onda della next-gen?
Ubisoft in occasione della presentazione ufficiale, ha rivelato che a godere di contenuti esclusivi non sarà solo la versione PlayStation 3, ma anche la PS4,dove Black Flag offrirà  circa 60 minuti di gioco aggiuntivo, che sarà reso disponibile sotto forma di DLC dopo il lancio del gioco. Come già avvenuto il passato questo contenuto esclusivo, viene poi pubblicato anche sulle altre piattaforme grazie alle versioni speciali o i contenuti aggiuntivi scaricabili. Staremo a vedere se anche questa volta andrà così.
E vi ricordiamo che Assassin’s Creed IV: Black Flag è atteso in Italia per il prossimo 31 ottobre 2013 su PC, PS3, X360 e Wii U, ed è “in arrivo” anche su console next-gen, per ora con solo riferimento a PS4 ma con ogni probabilità non sarà l’unica console di nuova generazione ad avere l’esclusiva “piratesca”. Non resta che aspettare la fine di ottobre e poi: ALL’ARREMBAAAAAAGGIOOOOOO!!

Vi ricordiamo che oltre alle pagine di ItaliaTopGames, per rimanere informati su Assassin’s Creed 4 Black Flag, c’è la nostra pagina Facebook Assassin’s Creed Italia: aspettiamo presto il vostro mi piace! Inoltre Assassin’s Creed 4 Black Flag è già prenotabile su Amazon.it al prezzo più basso d’Italia e senza spese di spedizione!

Gabriele Eltrudis</b<

Commenta con Facebook