Castlevania Lords of Shadow Ultimate Edition Recensione PC

Postato Ago 27 2013 - 12:00am da ITG
Venticinque anni e più per una saga videoludica non sono certo pochi, eppure Konami è riuscita a mantenere in auge dal lontano 1986 ad oggi con oltre 20 titoli diversi il mito di Castlevania. Gli “ammazzavampiri” erano tornati nel 2010 su Playstation 3 ed Xbox 360 con una dimensione in più ed ora a distanza di 3 anni arrivani finalmente anche su PC con questa Ultimate Edition.
Lords of Shadow è stato frutto di una inedita collaborazione nippo-spagnola fra Konami e la sua Kojima Production a dare le “istruzioni ed il supporto” al team iberico (esattamente di Madrid per la precisione) di Mercury Steam. Il risultato finale fu veramente convincente tanto che l’anno prossimo arriverà il sequel. Nell’attesa finalmente Lords of Shadow è arrivato anche sui nostri computer e lo andiamo subito a conoscere più da vicino.

Castlevania: Lords of Shadow – Ultimate Edition è disponibile su Multiplayer.Com

La storia di fondo di Castlevania Lords of Shadow si muove sulle tipiche coordinate del “gothic fantasy“: Mancano pochi giorni all’apocalisse: I Signori dell’Ombra hanno il controllo di tutte le terre conosciute, e creature mostruose portano caos e distruzione fra le genti.

Solo la Fratellanza della Luce, un manipolo di cavalieri che hanno dedicato la vita a combattere le forze del male, può arrestare l’avanzata dell’oscurità. E solo Gabriel, il migliore fra i cavalieri e discendente del casato di Belmont, può porre fine agli eventi che condannano l’intera umanità.

Sotto il profilo del gameplay, LOS prende le distanze dalle coordinate dei suoi predecessori e può essere più facilmente accostabile ad un action 3D stile Devil May Cry e/o God of War. Altre influenze sono piuttosto evidenti come quelle di Uncharted per le ambientazioni e Shadow of Colossus per i boss di fine livello.

Nell’insieme, il meltin pot derivativo funziona bene anche se forse manca quel quid di personalità come ciliegina sulla torza in fatto di esperienza di gioco in senso stretto.

Nulla da dire invece sulla realizzazione tecnica nonostante i 3 anni passati (che non si fanno troppo sentire grazie ad un eccellente porting che porta il frame rate ad oltre 60fps con una risoluzione anche a 1080p e oltre): siamo di fronte ad un vero kolossal in fatto ambientazioni, cura dei dettagli, qualità di personaggi ed effetti luce. La scelta di proporre il gioco con telecamere fisse poi rende il tutto molto più orchestrato e sincronizzato. Non possiamo infine dimenticare di lodare la qualità delle cut scene, con una regia degna di un lungometraggio cinematografico.

Plauso anche all’accompagnamento sonoro, sia per le composizioni musicali che per l’interpretazione dei dialoghi (rimasti in inglese ma ovviamente con i sottotitoli in italiano.

Pollice in alto infine per la longevità: Castlevania Lords of Shadow richiede all’incirca 20 ore per poter essere completato. Se poi vorrete completare i due DLC inclusi nel prezzo ne avrete ancora di tempo da passare assieme agli ammazzavampiri.

IN CONCLUSIONE

Pur rimanendo incomprensibile il fatto di dover aspettare 3 anni per vederlo su PC, l’arrivo di Castlevania Lords of Shadow anche su Personal Computer è un’ottima notizia grazie ad un ottimo porting tecnico, ad un prezzo ridotto e all’inclusione dei due DLC usciti su console.  Forse qualche fan sfegatato della serie potrà arricciare il naso ma noi ci sentiamo di consigliare LOS senza esitazione agli amanti delle atmosfere gothic-fantasy e più in generale agli appassionati delle dinamche action-adventure che su PC non hanno poi tante altre alternative.
GLAMOUR 9
GRAFICA 9
SONORO 9
GAMEPLAY 9
LONGEVITA’ 9
TOTALE 9
Commenta con Facebook