Farming Simulator Recensione Playstation 3 Xbox 360

Postato Set 7 2013 - 12:00am da ITG

Da sempre la dialettica simulazione vs arcade ha acceso gli animi dei videogiocatori, qualunque fosse il genere di appartenenza: picchiaduro, sport, corse automobilistiche ecc. Dietro ad accesi dibattiti spesso e volentieri si nascondevano veri e propri modi di intendere il videogioco, che finiva (o iniziava) anche con lo scegliere la piattaforma più consona alla propria mentalità, soprattutto in considerazione del fatto che i simulatori erano appannaggio quasi esclusivo del mondo PC.

Oggi fortunatamente le cose sono cambiate e per farsi un’idea più precisa dell’entità di tale cambiamento basta pensare che un titolo del calibro di Farming Simulator oggi lo troviamo disponible anche per console…

Farming Simulator è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso del Web in tutte le versioni, ordinandolo lo riceverete direttamente a casa vostra senza pagare nulla per la spedizione: cliccare per credere!

Una volta avviato il gioco, avremo la possibilità di avviare sin da subito la nostra carriera di agricoltori oppure impratichirci un po’ con un comodo ed esaustivo tutorial (in ogni caso fruibile anche appena iniziata la campagna principale).

Vista la complessità del titolo, consigliamo vivamente di dare almeno uno sguardo al tutorial, in cui attraverso 11 livelli basilari impareremo l’abc delle terre e della loro coltivazione. Impareremo così a guidare un trattore (a proposito, la visuale è in soggettiva ma si allontana a volo d’uccello una volta entrati nel mezzo) e a scegliere i rapporti giusti per i vari lavori.

All’inizio sarà difficile persino utilizzare la telecamera, visto che con la croce direzionale la avvicineremo ed allontaneremo, mentre con la levetta analogica potremo ruotarla a piacimento, ma col trascorrere delle ore tutto diventerà assolutamente naturale e verrà spontaneo utilizzare la miglior inquadratura in ogni frangente.

Ma non occorrerà soltanto saper guidare ovviamente, perchè Farming Simulator è davvero completo sotto tutti i punti di vista e vi permetterà di arare, irrorare, seminare, utilizzare la mietitrebbiatrice e molto altro ancora, fornendovi tra l’altro tanti indicatori a schermo che vi permetteranno di tenere sotto controllo i diversi parametri (come carburante, quantità di cereali raccolti ecc.).

Per rendere il tutto il meno noioso possibile, sono state inserite alcune missioni di tipo random: in poche parole ogni tanto il nostro cellulare suonerà affidandoci alcuni incarichi particolari, spesso e volentieri inerenti il trasporto di materiali tramite trattore (anche se non mancano alcune scelte originali come arare un campo da golf).

Dal punto di vista tecnico assistiamo ad alti e bassi: i mezzi agricoli sono realizzati con cura maniacale mentre paesaggi e campi meritavano un livello di dettaglio decisamente più consono alle produzioni odierne, soprattutto tenendo in considerazione il fatto che non mancano fastidiosi effetti di pop-up: in ogni caso sono difetti che hanno ben poco peso in un gioco di questo genere. Stessa povertà si riscontra anche nel sonoro, con campionature ambientali sporche e assenza totale di tracce audio.

IN CONCLUSIONE
Farming Simulator è un titolo che non approfitta della mancanza di concorrenza per far leva sui potenziali acquirenti limitandosi a proporre un prodotto di dubbia qualità, ma si presenta con una struttura ben oliata ed un’offerta ludica completa e soddisfacente. All’inizio è facile sentirsi un po’ spaesati e incapaci di far funzionare tutto a dovere, ma col passare del tempo ogni mansione ed ogni feature del gioco verrà tenuta sotto controllo con la massima naturalezza. Ad evitare che la noia prenda il sopravvento ci pensano le missioni random che aiutano a spezzare la routine delle mansioni quotidiane. Unico neo: il comparto audio/video mostra diverse incertezze che lo collocano al di sotto degli standard attuali, ma è un problema trascurabile in riferimento al genere in questione.

GLAMOUR 8
GRAFICA 6
SONORO 6
GAMEPLAY 9
LONGEVITA’ 9
TOTALE 8.5

Commenta con Facebook