Scopriamo una Gotham "diversa" in questo frenetico titolo scaricabile. Diciamo la verità, una trasposizione videoludica dedicata al mondo del cavaliere oscuro è un’impresa tutt’altro che ardua, visto le caratteristiche che tratteggiano il personaggio di Batman e tutto l’universo che lo circonda. Ma se un gruppo di sviluppatori decidesse di ambientare un videogioco a Gotham City senza includere il personaggio principale ed uno dei suoi più carismatici nemici cosa succederebbe?

Che ne verrebbe fuori un gioco a metà, direbbe qualcuno, la realtà per fortuna è diversa, visto che Monolith è riuscita con pochissimo (un fumetto che, per quanto suggestiva, senza il cavaliere oscuro ed il suo arcinemico perde praticamente tutto il suo potenziale) a creare un gioco capace di divertire con stile e tanto humor nero. Il concept è semplicissimo, a Gotham esistono due fazioni, i Bats e i Jokerz, che prendono spunto ed ispirazione da Batman e dal Joker (avete presente i finti giustizieri mascherati che agiscono all’inizio di The Dark Knight? Ecco, si tratta di qualcosa di simile) dandosi battaglia per le strade di Gotham esattamente come i loro "padri" ispiratori.

Gotham City Impostors Recensione Xbox 360 Playstation 3 PC Recensione

Gotham City Impostors è quindi strutturato come il più classico degli FPS competitivi a squadre le cui modalità sono affrontabili in team di massimo 6 giocatori che vestiranno i panni di una delle due fazioni coinvolte. La prima cosa che salta all’occhio riguarda purtroppo le risicate modalità disponibili e la semplicità delle mappe disponibili; dimenticate pure la pletora di opzioni di un CoD o le immense mappe di un Battlefield, in GCT ci troveremo a battagliare online in solo 3 modalità: Deathmatch a squadre, Suffumigazione e Guerra psicologica.

La prima è il classico team battle match in cui per vincere non bisogna fare altro che uccidere il maggior numero di avversario andando così ad aumentare il punteggio globale del proprio team. Suffumigazione è una sorta di modalità "dominio" in cui bisognerà conquistare e difendere 3 postazioni lancia-gas con cui "inquinare" l’aria arrivando così a vincere la contesa. Guerra Psicologica è un curioso divertissement in cui ci troveremo a dover reperire una batteria per ricaricare l’energia del nostro "plagiatore" uno strumento che, una volta azionato, inibirà l’uso di armi e gadget secondari alla squadra avversaria, fino a che questa non riuscirà a distruggere il plagiatore.

Gotham City Impostors Recensione Xbox 360 Playstation 3 PC Recensione

Nonostante l’impatto iniziale raffreddi un po’ le aspettative a causa di un risicato numero di opzioni, addentrandoci nel gioco appare evidente come gli sviluppatori di Monolith abbiano preferito concentrarsi su poche modalità al fine di restituire a noi giocatori un’esperienza di gioco frenetica e divertente. Le stesse mappe che inizialmente possono apparire molto piccole favoriscono molto il ritmo di gioco, evitando in ogni modalità che ci siano delle pause o dei momenti "morti".

Inoltre, l’aspetto ludico è impreziosito dalla presenza di particolari gadget che non sono altro che una sorta di parodia/imitazione delle armi usate da Batman e dal Joker, per esempio, nei panni dei Bats potremmo sfruttare una sorta di BatRampino per volteggiare abilmente da un punto all’altro della mappa. A contorno di ciò, abbiamo un sistema di personalizzazione e potenziamento del proprio personaggio molto accurata ed approfondita che ci permetterà, salendo di livello e guadagnando particolari "super monete", di editare ogni particolare del nostro avatar, dal costume alle armi, passando per mascotte e "biglietti da visita".

Gotham City Impostors Recensione Xbox 360 Playstation 3 PC Recensione

Alle modalità di gioco online si aggiunge un tutorial ed una modalità di sfide da affrontare per guadagnare medaglie e punti esperienza extra, superando prove di velocità e di precisione in veri e propri percorsi ad ostacoli creati ad hoc nelle varie mappe del gioco. L’aspetto visivo spicca per lo stile demenziale con sono caratterizzati i personaggi e, soprattutto, le vignette e la cut scene sparse nei vari menù, sempre molto spassose che, insieme ai buffi gadget di cui sono equipaggiati i personaggi, rendono il gioco una divertente rivisitazione dello spirito del Cavaliere Oscuro, anzi, sembra quasi che in questo caso abbia prevalso la follia eccentrica del Joker, quasi come se ci trovassimo all’interno del suo personale fumetto ambientato a Gotham.

IN CONCLUSIONE
GCI è un gioco molto semplice, a tratti forse troppo ridotto all’osso per quanto riguarda le modalità, però quello che deve fare lo riesce a fare con successo, divertendo il giocatore strappando spesso un sorriso su un titolo che riesce a dare una rilettura particolare ed originale dell’universo di Batman. La speranza è che non tardino ad arrivare espansioni che possano andare ad aumentare la varietà dell’esperienza di gioco offerta.

GLAMOUR 8
GRAFICA 7
SONORO 7
GAMEPLAY 8
LONGEVITA’ 5
TOTALE 7

Francesco Saracino