Il Principe Harry involontariamente porta le prove a chi attacca i videogiochi

Postato Gen 28 2013 - 12:00am da ITG

E’ bene tenere separati i videogames dalla vita reale, si sa. Il concetto non è proprio ben chiaro al principe Harry in quale intervistato ha dichiarato che, essendo un amante di Playstation 3 e Xbox 360, usare le armi di un elicottero d’attacco Apache è stato divertente come se fosse un videogioco. 

Affermazioni utilizzate anche dai Talebani come prova della non sufficiente “sanità mentale” del fratello del Duca di Cambridge. Senza entrare nel “caos” mediatico e politico che ne consegue però vogliamo sottolineare come, con questa assurda dichiarazione il “principe/soldato” abbia contribuito ad alimentare l’opinione pubblica contraria ai videogames. Detto questo, ci auguriamo che, persone con maggiore intelletto possano separare i due aspetti, quello reale da quello video-ludico. I giochi non fanno male al cervello, sono i cervelli “malati” che si fanno male da soli e trovano una giustificazione “facile” nei videogames.

Gabriele Eltrudis
Commenta con Facebook