Macerata: Al Via Ars in Fabula

Postato Giu 20 2011 - 12:00am da ITG

Al via da oggi, lunedì 20 giugno l’estate Ars in Fabula Master con una cerimonia all’Aula Svoboda dell’Accademia di Belle Arti di Macerata. In questa prima settimana ad inaugurare le lezioni ‘favolose‘ del Master Ars in Fabula per l’editoria sono docenti illustri come l’editor Rizzoli Paola Parazzoli e la pluripremiata Pia Valentinis, nota rappresentante dell’illustrazione di ultima generazione. L’incipit dei seminari di editoria (mercoledì 22 giugno, Polo Bibliotecario Centrale dell’Università di Macerata, inizio ore 21,30) è affidato alla scrittrice Giusi Quarenghi, tra le più prolifiche ed originali autrici contemporanee.

Il ricco calendario proposto dall’associazione ‘Fabbrica delle favole’ è organizzato in collaborazione con Accademia di Belle Arti, Comune di Macerata Istituzione Macerata Cultura Biblioteche Musei.

Lunedì 11 luglio iniziano i CORSI ESTIVI settimanali, un viaggio ‘dentro la favola’ con grandi maestri e autori dell’illustrazione internazionale: Gek Tessaro, Javier Zabala, Eva Montanari, Pablo Auladell, Carll Cneut, Benoit Jacques, Joanna Concejo, Davide Calì, Maurizio Quarello, Luigi Raffaelli (quest’ultimo docente del Corso speciale insieme a Giovanna Zoboli).

In programma, oltre ai laboratori sull’ illustrazione e sulla scrittura, un nutrito programma di seminari, esposizioni, presentazioni di libri ed incontri con gli autori, con gli editori, appuntamenti finalizzati ad approfondire la conoscenza del mondo editoriale legato al libro illustrato per ragazzi.

Da non perdere le Mostre Ars in Fabula nel settecentesco Palazzo Buonaccorsi (inaugurazione 29 giugno): “A Palazzo con Javier Zabala” personale di uno dei maestri più significativi dell’illustrazione internazionale e “Il Master in Mostra” rassegna degli elaborati dei talentuosi allievi Master Ars in Fabula realizzati durante l’anno accademico 2010/2011.

INFO Fabbrica delle favole 0733 231740, 388 6560203 – Ufficio stampa Michela Avi 328 4757491
www.fabbricadellefavole.com

Commenta con Facebook