Ben 10: Power Trip – Recensione

Postato Ott 14 2020 - 10:18am da ITG

Già disponibile per Playstation 4 (la versione da noi testata), Xbox One, PC e Nintendo Switch, Ben 10: Power Trip è il nuovo videogame dedicato al noto personaggio della serie di Cartoon Network. Per la precisione stiamo parlando di un videogame basato sul reboot uscito 4 anni fa e non la serie originale che oramai ha 3 lustri sul groppone.

La produzione di PHL Collective e Outright Games porta Ben e la sua famiglia in una missione epica che si svolge in tutta Europa per sconfiggere il malvagio stregone Hex e svelare la verità sui quattro cristalli misteriosi che minacciano di distruggere il mondo. Come vuole la tradizione della serie, i giocatori potranno trasformarsi in potenti alieni, 6 per l’esattezza, e collaborare per affrontare pericolosi nemici.

Ben 10: Power Trip è a tutti gli effetti un action combat 3D strutturato in una sorta di open world diviso in tre grandi aree sufficientemente caratterizzate in modo distinto e dove la story line principale riesce a concludersi dopo circa 5 ore di gioco. Ci sono però tantissime attività secondarie disponibili che possono essere classificati in parte come veri e propri mini giochi a sé stanti. Il tutto non fa mai gridare al miracolo ma pensando al target di riferimento che è quello dei giocatori giovanissimi fan di Ben e famiglia, si può dire che il lavoro svolto è apprezzabile.

Tra i più che dobbiamo assegnare al videogame, c’è sicuramente la possibilità di potenziare il personaggio in stile GdR ed anche con alcuni consumabili presenti in mappa. Si poteva invece fare molto meglio per quanto riguarda la varietà dei nemici visto che si contano soltanto tre tipologie di avversari che alla lunga risultano essere davvero troppo pochi.

Dicotomico anche il giudizio per la possibilità di giocare in due offline al videogame grazie alla presenza del personaggio Kevin 11. Se da una parte questa possibilità è apprezzabile per dividere l’esperienza di gioco magari con un fratellino, cuginetto più grande o con un genitore, dall’altra si poteva sicuramente ottimizzare meglio visto che di Kevin non c’è mai traccia nelle scene di intermezzo e non ha alcuna possibilità di interagire con i vari punti di interesse sulla mappa. L’unica cosa che potrà fare è mollare sganassoni e trasformarsi in uno dei 6 alieni per aiutare Ben nella sua missione.

Per quanto riguarda infine la realizzazione audiovisiva, siamo davvero ai limiti della funzionalità perché se possiamo sorvolare su vari personaggi non curatissimi (Ben invece è dettagliato per bene), lo stesso non si può dire per alcuni bug che abbiamo riscontrato e che ci auguriamo vengano presto sistemati magari con un patch così come sono inspiegabili alcuni cali nella fluidità di gioco.

Ultime righe per l’audio: eccellente la colonna sonora in perfetta linea con la serie animata. Anche i dialoghi sono quelli di un cartoon purtroppo però sono disponibili soltanto in lingua inglese con la localizzazione in italiano limitata ai sottotitoli.

IN CONCLUSIONE
Ben 10: Power Trip arrivato sugli scaffali al day one già a prezzo budget, non sarà certo ricordato negli annali come un capolavoro ma come di un action pensato appositamente per i giocatori giovanissimi e fan del notissimo personaggio di Cartoon Network. A loro e solo a loro è indirizzato questo prodotto che indubbiamente farà felici gli appassionati mentre consigliamo agli altri gamer di tenersi a debita distanza.

VOTO: 6.5