Gigapocalypse Recensione del videogame che dopo una prima uscita su PC, nell’estate del 2022 arriva anche su console, più specificatamente su Playstation (la versione da noi testata, PS5 per l’esattezza), Xbox e Nintendo Switch.

Non ce ne vogliano i programmatori di Goody Gameworks ma quando abbiamo visto per la prima volta Gigapocalypse il pensiero è andato subito a Rampage, mitico arcade degli anni ’80 (1986 per la precisione), divenuto successivamente anche un film con The Rock. Il titolo di Midway ci vedeva nei panni di simil King Kong, Godzilla e Lupo Mannaro Gigante distruggere senza pietà ogni città che si trovava sul loro cammino.

Di fondo Gigapocalypse parte dallo stesso concetto (e con la stessa possibilità di scegliere fra tre mostri giganti differenti che poi arriveranno a nove in totale sbloccandoli in game) ma con uno scrolling orizzontale che si blocca soltanto quando non abbattiamo i palazzi sulla nostra strada. E poi ovviamente, in un videogame “moderno” c’è tutta una componente gestionale del personaggio con parametri da far crescere e varie “armi” da utilizzare per rendere il nostro mostrone ancora più letale. 

A differenza di Rampage, oltre alla presenza di boss finali per ogni livello, i nostri attacchi non potranno essere infiniti: avremo infatti un indicatore di “rabbia” e quando sarà a zero dovremo aspettare che si ricarichi. Per ricaricare più in fretta la distruzione di mezzi e/o di soldati sarà la mossa giusta da fare.

Prima abbiamo scritto “moderno” perché Gigapocalypse è una produzione di questi anni ma anche da un punto di vista grafica, il titolo utilizza la cosiddetta “pixel art” che gli conferisce indubbiamente un appeal retro e vintage così come la colonna sonora metal che però tende a ripetersi eccessivamente nel corso delle nostre run.

Gigapocalypse Recensione – IN CONCLUSIONE
Con Gigapocalypse a meno di 10 euro ci portiamo a casa un divertente revival di Rampage ovviamente ammodernato per essere più longevo e variegato. Titolo divertente, “carino” e anti stress che ci sentiamo di consigliare a tutti coloro che vogliono un’esperienza comunque impegnativa ma non eccessivamente tesa. E poi chi non ha mai sognato di essere un mostrone distruggi città???

VOTO: 7.5