LocoRoco 2 Remastered – La Recensione per Playstation 4

Postato Dic 14 2017 - 3:15pm da ITG

La serie LocoRoco naque tanti anni fa come esclusiva di PSP in risposta ai tanti puzzle e platform usciti su Nintendo DS, creando però qualcosa di molto originale visto che l’esclusiva Sony mescolava in modo piacevole e divertente i due generi appena elencati. Un pò puzzle, un pò platform quindi, un pò Lemmings, un pò Yoshi, la serie era adatta alla rapida partita di 5 minuti come per una lunga sessione videoludica. Dopo la rimasterizzazione del primo capitolo per PS4 anche il suo seguito è tornato con una nuova veste, alcune novità e soprattutto i punti di forza dell’originale.

Ma chi sono i Locoroco? Sono strani esserini che hanno la capacità di variare la loro grandezza e forma. Starà a noi mangiare i frutti rossi disseminati nei livelli o acquisire poteri speciali per cambiare o aumentare la nostra dimensioneAltra specifica di questa “razza” è quella di poter formare un corpo unico ma allo stesso tempo di slegarsi e trasformarsi in tanti piccoli “LocoRochini”.

Una volta comprese le caratteristiche di base dei protagonisti del gioco, starà a noi ruotare il quadro tramite il pad e dare altri semplici comandi (il salto e la divisione degli esserini) per superare ostacoli di vario genere che ci presenteranno negli ottimi e variegati livelli che si presenteranno nel corso della nostra avventura. Come per ogni titolo di questo genere, a dirsi sembra tutto molto facile, ma proseguendo nei livelli, scoprirete che i programmatori di sorpresine ostiche ne hanno messe per farci tribolare ben bene oltre a proporci un buon numero di mini-games aggiuntivi.

Rispetto al primo capitolo il level design raggiunge veramente soglie sublimi in fatto di originalità e variazioni sul tema mentre dobbiamo anche annotare un buon numero di mini giochi inediti da sbloccare.

Sotto il profilo audiovisivo, non possiamo che riconoscere ai programmatori un lavoro estetico molto particolare e apprezzabile a metà strada fra suggestioni oniriche ed estetica fiabesca con alcune animazioni (ad esempio gli occhi dei LocoRoco) veramente pregevoli. Anche la colonna sonora aiuta ad immergerci in questo particolarissimo universo surreale con brani a metà strada fra il pop anni ‘60 e le filastrocche della nostra infanzia.

Il giudizio sulla rimasterizzazione è bipolare. Da una parte infatti le sequenze giocate sono state rielaborate per essere apprezzate fino alla massima risoluzione dei 4K. Le cut scene invece sono rimaste identiche alla versione PSP e la cosa non passa affatto inosservata. Niente che vada ad incidere sull’esperienza di gioco ma indubbiamente ne avremmo fatto volentieri a meno.

IN CONCLUSIONE
La serie di LocoRoco è stata una delle migliori secondo la nostra opinione della mitica PSP: un pò puzzle, un pò platform, un pò Lemmings, un pò Yoshi, ancora oggi il titolo si lascia piacevolmente giocare su Playstation 4 con questa rimasterizzazione realizzata con cura con l’esclusione delle cut scene rimaste immutate all’originale. Unica pecca di un prodotto che a 14.99 è da consigliare senza esitazioni a chi ama gli ingredienti di base da cui è nato il mix di LocoRoco 2.

VOTO: 8 

 

Commenta con Facebook