Monkey King Hero is Back Recensione PS4 PC

Postato Ott 21 2019 - 11:24am da ITG
Monkey King Hero is Back Recensione

Monkey King Hero is Back Recensione del titolo già disponibile per Playstation 4 (la versione da noi testata) e PC. Una storia particolare quella di questo gioco che vi raccontiamo subito. Il videogame è infatti tratto da un film d’animazione cinese uscito nel 2015 nel paese d’origine e successivamente anche in Italia l’anno dopo. Il videogame di THQ Nordic è uscito invece soltanto ora. Sarà valsa la pena l’attesa? Continuate a leggere la nostra recensione per scoprirlo!

Iniziamo subito con il dire che sia il film che il videogame di Monkey King Hero is Back è una rilettura riveduta e corretta del classico della letteratura cinese Il viaggio in Occidente, opera del 1590 di grande valore letterario ed anche religioso vista che parla del buddismo cinese. Potremmo considerare videogame e film come una sorta di prequel non ufficiale del libro anche se qui ovviamente si spinge soprattutto sul lato dell’intrattenimento.

Protagonista del videogame è Sun Wukong, appunto il Monkey King che riesce a liberarsi da una prigione di cristallo dopo 500 anni. Sfortunatamente però ha perso i suoi poteri e dovrà incamminarsi per un lungo viaggio per riprenderli nuovamente. In sua compagnia ci sarà un ragazzino di nome Liuer. Quest’ultimo ha liberato il Monkey King e sarà disposto a tutto per aiutarlo nonostante Sun Wukong non lo prenda particolarmente in simpatia…

Passando alla componente interattiva, Monkey King Hero is Back riprende in modo piacevole la tradizione degli action combat lineari di un tempo con soltanto qualche leggera spruzzata di stealth e di strategia con la pausa tattica che ci consente di utilizzare vari poteri magici ed anche per la possibilità di acquisire dei potenziamenti vari nel corso dell’avventura. Niente che faccia gridare al miracolo sia chiaro, ma nell’insieme la produzione di THQ Nordic si lascia giocare fino alla fine.

Ultimi paragrafi prima delle conclusioni, sono dedicati alla componente audiovisiva. Nell’insieme Monkey King Hero is Back riesce a farci sentire dentro ad un manga interattivo e pur non mettendo a repentaglio il chipset grafico di PS4, si mantiene decisamente gradevole agli occhi. Peccato soltanto per qualche caricamento di troppo e ad alcune scene di intermezzo non troppo curate.

Nessuna critica invece sul comparto audio. In primis il videogame è completamente doppiato in italiano con una qualità dei dialoghi vicinissima a quella cinematografica. Anche l’accompagnamento musicale è di buon livello e sempre in sincronia con l’azione su schermo.

Monkey King Hero is Back Recensione – IN CONCLUSIONE

Monkey King Hero is Back non è certo un capolavoro ma nel panorama videoludico degli ultimi anni che sembra essersi dimenticato degli action combat lineari di un tempo in single player, diviene una sorta di perla rara. I legami poi con un classica della letteratura cinese e mondiale come Il Viaggio in Occidente sono un ulteriore plus a suo favore.

Monkey King Hero is Back Recensione – VOTO 7.5

Commenta con Facebook