Monster Truck Championship Recensione

Postato Ott 15 2020 - 11:03am da ITG

Disponibile da oggi, giovedì 15 ottobre, su Playstation 4 (la versione da noi testata), Xbox One, PC e Nintendo Switch, Monster Truck Championship si propone come un racing sui generis, dove i giocatori monteranno a bordo di giganteschi truck per prendere parte a svariate competizioni.

In Monster Truck Championship, i players potranno competere su 25 differenti circuiti in diverse città degli Stati Uniti in molteplici modalità di gioco: freestyle, gara, distruzione, time attack, senza dimenticare la modalità online dove 8 giocatori si sfideranno tra loro.

I mezzi disponibili sono 18 ed ampiamente  personalizzabili, con velocità e accelerazione migliorabili grazie al setting del motore, mentre la stabilità del veicolo dipenderà dal settaggio delle sospensioni, e il grip dagli pneumatici selezionati. Più di 50 elementi saranno disponibili per creare il miglior truck possibile, combinando performance e stile.

Non poteva neppure mancare una modalità carriera  dove i giocatori prenderanno parte a differenti tornei, potranno migliorare i loro Monster Truck dopo ogni vittoria, e gestire team e finanze. L’obiettivo sarà quello di ottenere il titolo definitivo, diventando il Campione della Lega Professionistica alle Monster Truck Finals.

 Le sfide disponibili sono variegate: si va infatti dalla classica gara ai duelli testa a testa con un solo avversario in circuiti speciali. Di tutt’altro genere la competizione freestyle che richiede più acrobazie possibile ed infine Distruzione dove vince chi spacca di più! Nell’online però saranno disponibili soltanto la Gara e i Duelli Testa a Testa.

Nel corso di questi mesi, i programmatori di Teyon hanno spinto molto per far passare l’idea che Monster Truck Championship fosse un titolo realistico dedicato a quei bestioni di Monster Truck. In realtà, il videogame è un piacevole racing arcade che ovviamente è caratterizzato dalla presenza di questi bestioni over size.

Sono comunque settabili alcuni parametri per renderlo più o meno realistico come la presenza o meno dei danni ai mezzi, così come il tipo di risposta dei pedali per freno, frizione e acceleratore.  Il livello di difficoltà non è particolarmente elevato in single player con l’intelligenza artificiale non particolarmente aggressiva.

La realizzazione tecnica può considerarsi funzionale visto che i mezzi sono stati realizzati davvero con molti particolari e dettagli, compreso il modo con cui si sporcano nel fango mentre le piste e tutta l’ambientazione non brilla particolarmente. Anche il frame rate ha qualche problema nelle situazioni più caotiche di gioco ma per fortuna si tratta di situazioni non particolarmente frequenti. Da apprezzare la presenza di alcuni elementi scenici che avvicinano il titolo alla realtà come i pirotecnici fuochi d’artificio.

Per quanto riguarda il sonoro, il rombo dei motori dei bestioni è decisamente credibile e convincente. Il resto fa da sottofondo in modo sostanzialmente adeguato. Da segnalare la localizzazione completa del gioco in italiano anche se le frasi pronunciate tendano quasi immediatamente alla reiterazione.

IN CONCLUSIONE
Nel corso di questi mesi, i programmatori di Teyon hanno spinto molto per far passare l’idea che Monster Truck Championship fosse un titolo realistico dedicato a quei bestioni di Monster Truck. In realtà, il videogame è un piacevole racing arcade che ovviamente è caratterizzato dalla presenza di questi bestioni over size. Non verrà ricordato negli annali come un capolavoro, ma se amate questi mezzi extra extra extra large, siamo certi che vi divertirete per un buon numero di ore.

VOTO: 7