Già disponibile su Playstation 4 (la versione da noi testata), Xbox One e PC, One Punch Man A Hero Nobody Knows è il videogame dedicato a questo manga/anime di grandissimo successo che ha già superato i suoi primi 10 anni di vita. Il titolo prodotto da Bandai Namco è stato realizzato da Spike Chunsoft che ha deciso di inserire il protagonista della serie, Saitama, insieme agli altri personaggi in un titolo action e basato principalmente sui combattimenti. Sarà una formula vincente? Scopriamolo subito insieme!

Nel videogame vestiamo i panni di un apprendista (creabile tramite un eccellente editor sia estetico che nei parametri vitali) salvato dal già citato Saitama e che avrà come obiettivo di vita raggiungere l’apice dell’Associazione degli Eroi.

Per farlo, all’interno di un mondo di gioco open world, dovrà completare le varie missioni principali e secondarie (queste ultime non particolarmente ispirate nella maggior parte dei casi) che gli saranno affidate e che per la maggior parte delle volte andranno a rivelarsi combattimenti 3 VS 3. Sarà anche possibile interagire con altri giocatori “umani” una volta che avremo raggiunto un certo livello e sbloccato la modalità online

Un action combat open world con anche qualche spruzzata di gioco di ruolo visto che il nostro personaggio oltre agli orpelli estetici, potrà essere potenziato sotto vari parametri e le nostre scelte muteranno le sue caratteristiche nei combattimenti.

Per quanto riguarda i combattimenti ci sono due aspetti che rendono One Punch Man A Hero Nobody Knows alquanto caratterizzato. Il fatto è che spesso a volte inizieremo il nostro combattimento da soli: se riusciremo a resistere per un tot di tempo, arriveranno anche alcuni alleati a darci man forte. Quando capita Saitama ovviamente sarà davvero facile battere gli avversari anche se il protagonista del manga/anime comparirà soltanto come terzo personaggio e dopo un’attesa di 5 minuti.

L’altro elemento che ci fa capire come questo titolo sia più per gli appassionati dell’anime piuttosto per gli amanti dei beat’em up da pro gamer, è la presenza di situazioni casuali come l’arrivo di potenziamenti o eventi naturali di vario genere che donano imprevidibilità ai combattimenti ma un filo meno di meritocrazia su chi vincerà la contesa.

Parlando di “quantità”, la modalità principale di gioco si termina con circa 20 ore. Finito lo story mode avremo in tutto 27 combattenti da poter utilizzare nelle battaglie online o nei duelli anche in compagnia degli amici sulla stessa console. 

L’ultima analisi è per il comparto audiovisivo. Come capita in molte altre produzioni Bandai Namco, con One Punch Man A Hero Nobody Knows si ha la piacevole sensazione di trovarsi di fronte ad un manga interattivo. D’altra parte, qui sono anche presenti cali di frame rate (almeno su una PS4 standard) ed anche in fatto di animazioni si poteva fare decisamente di più con ripercussioni che si fanno sentire anche sul combat system.

Niente da dire invece sul sonoro molto puntuale rispetto all’azione su schermo. Infine la localizzazione in italiano è stata fatta per quanto riguarda tutti i testi del gioco, dialoghi compresi ovviamente.

Recensione One Punch Man A Hero Nobody Knows – IN CONCLUSIONE

Come capita spesso con titoli derivati da licenza, anche One Punch Man A Hero Nobody Knows è un prodotto da consigliare caldamente e quasi esclusivamente ai fan della serie che indubbiamente vedranno più i pregi di un titolo nell’insieme discreto che però presenta anche qualche limite evidente. Se dunque amate Saitama non possiamo che consigliarvene caldamente l’acquisto, in caso contrario potete rivolgervi altrove se siete alla ricerca di un action combat con cui sollazzarvi.

Recensione One Punch Man A Hero Nobody Knows – VOTO 7.5

[amazon_link asins=’B07TRNMCTP,B07TRNM7PR’ template=’ProductCarousel’ store=’ital05-21′ marketplace=’IT’ link_id=’b6495d72-7f98-4965-92a9-6aa0b217aa95′]