Sword Art Online: Alicization Lycoris Recensione

Postato Lug 11 2020 - 12:40pm da ITG

Disponibile su Playstation 4 (la versione da noi testata), PC ed Xbox One, Sword Art Online Alicization Lycoris è il nuovo capitolo videoludico (l’ottavo considerando anche le uscite mobile) di un universo immaginifico nato come “light novel” dell’autore nipponico Reki Kawahara. Decine e decine di milioni di copie ne hanno decretato un successo internazionale (soprattutto nell’estremo oriente ed in America del Nord) e la trasposizione come manga, anime e videogame.

La questione particolare è che Kawahara si è ispirato proprio al mondo dei videogiochi per il suo lavoro. Sword Art Online è infatti un MMORPG che cattura i videogiocatori e li intrappola in una realtà virtuale in cui si può anche morire! Nel nuovo capitolo esploreremo l’Underworld, un mondo virtuale introdotto nel più recente arco narrativo dell’anime. I giocatori seguiranno le avventure di Kirito attraverso intense battaglie e momenti emozionanti, in cui incrocerà i propri passi con alcune facce familiari di questo universo immaginifico come Eugeo, Quinella e Alice.

Personaggi misteriosi celati dietro vari nickname porteranno avanti una trama particolarmente intricata all’interno di una struttura molto particolare. In pratica la produzione di Bandai Namco simula un’esperienza di gioco massiva on line all’interno di un titolo single player tipicamente action-rpg o se si preferisce J-RPG.

Dai giochi online riprende pure la possibilità di potersi creare un alter ego su misura così come una relazione con tantissimi NPC che almeno inizialmente ci potranno sembrare avatar 3D mossi da giocatori umani. E non manca neppure la possibilità di crearsi il proprio party di personaggi

In realtà comunque qualche elemento online c’è veramente dopo un certo numero di ore di gioco iniziali, ma che risultano comunque marginali rispetto al nucleo dell’esperienza proposta che è per chi ama le avventure in solitario.

Il sistema di combattimento mescola la tradizione nipponica con quella dei giochi di ruolo online di stampo occidentale con risultati discreti ma che probabilmente non verranno graditi in pieno da nessuna tipologia di videogiocatori proprio per la sua natura ibrida.

Da un punto di vista tecnico, il gioco è mosso dall’Unreal Engine 4 e nell’insieme si fa apprezzare per un buon uso del cel-shading. Sull’altro piatto della bilancia c’è un dettaglio visivo generale sia degli interni che degli esterni non particolarmente elevato rispetto a quanto hanno mostrato negli ultimi mesi console di ultima generazione e PC e c’è da mettere in evidenza come anche le animazioni e la fluidità generale non sia il top. Bellissime invece le sequenze non giocate stile anime.

Il sonoro è da lodare per il buon accompagnamento musicale, con il doppiaggio disponibile anche in giapponese ma sempre con i sottotitoli in italiano onde evitare un tracollo degli utenti che avrebbero avuto modo di comprendere la trama!

IN CONCLUSIONE
Sword Art Online Alicization Lycoris è indubbiamente un titolo pensato per i fan di vecchia data della saga multimediale o forse meglio dire crossmediale. Al netto di una realizzazione tecnica indubbiamente vetusta, la produzione Bandai Namco regala un numero molto elevato di ore che faranno felici tutti gli appassionati di Alice e soci e potrebbe anche convincere tutti coloro che amano i J-RPG in genere. 

VOTO: 7.5

Commenta con Facebook