Tales of Vesperia: Definitive Edition – La Recensione

Postato Gen 14 2019 - 3:26pm da ITG

Il genere dei JRPG, un tempo fortemente di moda anche qui in occidente, ha lasciato negli anni lentamente ma inesorabilmente il passo ad altri generi che lo hanno rimpiazzato. Ciononostante, ancora oggi il Paese del Sol Levante può vantare una discreta produzione e tra questi c’è un brand che sembra non risentire affatto dei segni del tempo e dei mutamenti di trend: stiamo parlando della serie “Tales of” i cui capitoli hanno fatto e continuano a riscuotere successo anche al di fuori del Giappone.

A distanza dalla sua prima uscita originaria di quasi 10 anni, torna oggi per Playstation 4 (la versione da noi testata), Xbox One, Nintendo Switch e PC, la Definitve Edition di Tales of Vesperia. Come sono andate le cose? Basta continuare a leggere i prossimi paragrafi subito dopo il launch trailer per scoprirlo!

Chi già conosce la saga, sa bene che il suo punto di forza risiede nel gameplay ed in particolare nel Linear Motion Battle System, che riesce ad integrare mobilità, azione e tattica e che si è evoluto col tempo. Durante gli scontri potremo muoverci in linea retta verso il nemico selezionato, che potrà però essere switchato in qualsiasi momento.

Tale sistema permette anche di schivare e saltare; l’attacco base è incentrato sull‘Assault Counter, così denominato perché un contatore limita il numero di copi in serie che è possibile portare tra i quali è tra l’altro possibile inserire anche attacchi magici chiamarti Artes. Ogni personaggio del gioco poi possiede caratteristiche uniche ed una volta collegato al personaggio attivo del gruppo durante gli scontri potrà aiutarlo con le sue abilità attive o passive. In Tales of Vesperia è anche presente un sistema di sviluppo dei personaggi molto interessante, 

Uno degli aspetti che piacque molto anche nel titolo originale era la possibilità di giocare in multiplayer fino a 4 giocatori, ovvero ogni player poteva muovere uno dei personaggi del party. Ovviamente tale opzione è presente anche in questa definitive edition anche se è un peccato che non sia stata implementato anche l’online che avrebbe rappresentato un bel quid in più.

Da un punto di vista visivo, tutta la bellezza dello stile anime (con tanto di cutscene realizzate dallo studio Production I.G., famoso soprattutto per Ghost in The Shell) dell’originale è rimasto anche se ovviamente la parte più propriamente tecnica risente degli anni trascorsi pur con l’opera di restauro avvenuta. per l’alta definizione. Senza tempo invece la durata dell’avventura (intorno alle 50 ore) e l’ottima colonna sonora firmata da Motoi Sakuraba.

IN CONCLUSIONE
Tales of Vesperia Definitive Edition di certo non aggiunge molto alla categoria dei JRPG visto che propone un’esperienza di gioco molto simile a quella dell’originale uscita all’incirca 10 anni fa. L’occasione sprecata è quella del non aver inserito il multiplayer online con cui la produzione di Bandai Namco avrebbe avuto un importante valore aggiunto. Rimane comunque una produzione nell’insieme più che discreta da consigliare però soltanto agli amanti della versione originale e ai nuovi adepti dei giochi di ruolo di stampo chiaramente nipponico.

VOTO: 7.5

Commenta con Facebook