The Sims 4 Star Wars: Viaggio a Batuu Recensione

Postato Set 16 2020 - 4:57pm da ITG

Disponibile per Playstation 4, Xbox One e PC (noi abbiamo provato proprio quest’ultima versione) The Sims 4 Star Wars: Viaggio a Batuu è una nuova espansione (se non avete il gioco base, qui trovate il bundle) del quarto capitolo del simulatore di vita firmata Electronic Arts che proprio nel 2020 festeggia i suoi primi 20 anni.

Fare un Viaggio a Batuu in Sims 4 è semplicissimo: si prende il cellulare, si richiedere di fare un viaggio ed in pochi si ritrova in una galassia lontana lontana per rimanerci tutto il tempo che vorremo. Ma arrivati a Batuu cosa può fare il nostro alter ego “simmino”?

La mappa di gioco è diviso in tre sezioni: la prima è quella della Resistenza, la secondo non può che essere il Primo Ordine e l’ultima mette assieme le “Canaglie”, il sottobosco criminale della galassia di Star Wars che abbiamo conosciuto in modo ancora più approfondito nella bellissima serie TV esclusiva di Disney Plus The Mandalorian.

Ogni zona è contraddistinta da vari elementi iconici dell’universo immaginifico di Star Wars ed anche vecchi e nuovi personaggi che vengono introdotti per la prima volta in questa espansione di The Sims 4.

Di fondo le dinamiche ludiche di Viaggio a Batuu sono le stesse che chi ama The Sims 4 conosce bene, ovviamente rivisitato in chiave Star Wars con la possibilità di scegliere in quale fazione schierarsi con le Canaglie che possono considerarsi neutre mentre se prenderemo le parti della Resistenza o del Primo Ordine, i rapporti con gli altri abitanti di Batuu muteranno profondamente.

Ovviamente scegliere una fazione o l’altra (ovviamente potrete rigiocare il DLC tutte le volte che vorrete e cambiare lato per sbloccare tutti i contenuti proposti) avrà i suoi vantaggi specifici, sia sul fronte delle possibilità di personalizzazione estetica, sia sui personaggi iconici che potremo incontrare nel corso delle missioni previste, tutte non troppo longeve ma comunque qualitativamente discrete e perfettamente a tema rispetto all’esperienza di gioco proposta.

Se poi saremo così bravi da salire di livello in una delle fazioni, saremo premiati con un droide che diverrà tutto nostro, un piacevole aiuto per le nostre missioni ma anche divertentissimo da utilizzare anche senza bisogno di alcun obiettivo.

Dispiace soltanto che Batuu sia solo uno scenario con tutti i limiti strutturali del caso tra cui il fatto che non potremo in alcun modo costruire una nuova abitazione personalizzata come accade invece nel gioco base. Una volta tornati in quest’ultimo almeno potremo portare vari souvenir con cui abbellire la nostra abitazione di tutti i giorni.

Da un punto di vista audiovisivo, aspettatevi lo stesso motore grafico di The Sims 4 e la stessa cura maniacale per i dettagli mentre la componente sonora è straordinaria con divertentissime reinterpretazioni di temi che fanno venire i brividi a tutti gli adepti jedi sparsi in giro per il mondo.

IN CONCLUSIONE
The Sims 4 Star Wars: Viaggio a Batuu è un titolo destinato ad una nicchia di pubblico ben precisa rappresentata dagli appassionati di The Sims e di Star Wars. Se fate parte di questa tipologia di persone, non vi è alcun dubbio che la nuova produzione di Electronic Arts vi soddisferà in pieno, nonostante alcuni limiti esposti nel corso della recensione che comunque non mettono in discussione la buona qualità generale di questa espansione.

VOTO: 7.5