110 Industries si presenta con un’altra puntata della serie Wanted: Dead Explained, dopo il video “Combat Explained” della scorsa settimana. In questo nuovo trailer, scopri tutto quello che c’è da sapere sulle eleganti finishers di Wanted: Dead e sulla loro importanza per il gameplay. Wanted: Dead è ora disponibile per il preordine e arriverà su PS5, PS4, Xbox One, Xbox Series X/S e PC il 14 febbraio, San Valentino 2023.

Sviluppato dallo studio giapponese Soleil, Wanted: Dead non è per i deboli di cuore, con oltre 50 mosse finishers uniche e selvagge che hanno richiesto oltre 100 ore di motion capture e un gruppo dedicato di stuntmen.

Gli abbattimenti in Wanted: Dead sono esplosivi nella varietà e presentano uccisioni situazionali, pericoli ambientali e abbattimenti unici specifici per i tipi di nemici. Queste uccisioni forniscono immagini assetate di sangue all’assalto mentre servono anche a uno scopo tattico vitale attraverso il ripristino della salute persa. Tuttavia, non è così facile come potrebbe sembrare, i giocatori impareranno che l’esecuzione di abbattimenti e mosse finali è essenziale per la progressione e renderà alcuni incontri battibili.

Sbloccato molto presto nel gioco è l’attacco finale di Hannah. Questo attacco astuto aiuterà ad accumulare nemici sfalsati, infliggendo devastanti finali a catena che possono abbattere efficacemente un’intera stanza di nemici. I colpi finali funzionano se ogni nemico ha una barra della resistenza invisibile (i nemici in mischia in genere hanno più resistenza dei combattenti a distanza). Man mano che il giocatore danneggia i nemici, questa barra della resistenza si esaurisce lentamente e una volta che la loro resistenza scende a zero, il nemico entra in un’animazione sfalsata e può essere giustiziato dal giocatore. Un altro modo per ottenere una mossa finale è usare le parate dell’ultimo momento con una spada o un braccio laterale che prosciuga automaticamente la resistenza del nemico, fornendo l’apertura perfetta per un’uccisione.

Wanted: Dead utilizza un sistema intelligente per attivare le animazioni finali. Innanzitutto, l’algoritmo cerca la possibilità di un’uccisione ambientale o di un’uccisione situazionale come usare l’arma di un nemico contro di loro. Quindi l’algoritmo assicura che il giocatore abbia una forte varietà visiva muovendosi e ruotando costantemente attorno ai nemici per ottenere abbattimenti epici. Queste mosse finali non sono solo viscerali e mozzafiato, ma servono anche a uno scopo di combattimento creando un gameplay davvero ricco di azione.