PES 2017: La Recensione per Playstation 4

Postato Set 13 2016 - 2:53pm da ITG

Con i server aperti finalmente abbiamo provato tutto di Pro Evolution Soccer 2017 e questo articolo è l’aggiornamento del precedente quando avevamo recensito esclusivamente la parte offline di Pro Evolution Soccer 2017.

Altra questione importante: i video che vedete mostrano le rose delle squadre non aggiornate visto che sono stati registrati prima dell’update degli organici disponibile dal 15 settembre, il giorno in cui Pro Evolution Soccer 2017 è stato reso disponibile.


Dinamo Kiev – Napoli Champions League PES 2017 di pesfifagamesitalia

Detto tutto questo veniamo alle nostre valutazioni su PES 2017. Se avete giocato con il demo non aspettatevi grandi sorprese: la versione finale del calcio di Konami non si discosta di nulla rispetto alla versione dimostrativa.

E quindi ribadiamo tutte le qualità già elencate lo scorso agosto: PES 2017 corregge gli errori principali del suo predecessore con arbitri finalmente pronti ad intervenire al momento opportuno e portieri non perfetti ma capaci di parare un numero molto più elevato di tiri. Non dimenticando ovviamente l’aggiornamento delle rose al day one che a parte pochissimi errori, sistema veramente al meglio le rose.

Sistemate quindi le criticità maggiori, il team PES ha apportato molte modifiche importanti capaci di aumentare notevolmente la qualità ludica: passi da giganti per quanto riguarda l’intelligenza artificiale con movimenti senza palla dei nostri compagni di squadra molto più performanti che si tratti di fluidificare sulle fasce o trovare il guizzo in area.

Grazie ad animazioni molto più fluide poi tutto il sistema di controllo risulta molto più preciso e capace di trasformare in movimento sul campo quelli che sono i nostri input dal pad senza latenze ed approssimazioni.


PES 2017 Videorecensione Gioco offline di pesfifagamesitalia

La velocità ha subito un piccolo innalzamento verso l’alto, aspetto che può piacere o meno ma tutti i miglioramenti sopra esposti rendono PES 2017 dopo queste prime decine di ore di gioco, probabilmente il miglior PES di sempre e questo è un complimenti di certo non da poco.

Se sull’editor, vi rimandiamo ad approfondimenti che proporremo prossimamente, mentre le novità introdotte nel Campionato Master sono interessanti ma non modificano sostanzialmente l’esperienza proposta (Diventa Un Mito non dovrebbe aver ricevuto particolati update) andiamo ad analizzare infine l’aspetto audiovisivo della produzione Konami in questa versione per PS4.

ss_conceptarrange_l

Konami conferma l’elevatissima qualità in fatto di volti e come anticipato, abbiamo trovato veramente ragguardevole il passo in avanti in fatto di animazioni. C’è però ancora da lavorare indubbiamente su quella che è l’atmosfera della partita e della regia televisiva.

Da questo punto di vista PES 2017 non ha ancora compiuto il salto generazionale, migliorando sicuramente qualche menù ed aumentando l’appeal degli impianti (in particolare il Camp Nou) ma non riuscendo ancora a raggiungere l’atmosfera molto più calda e molto più realistica (telesivamente parlando s’intende) che si respira “dalla concorrenza”. Abbiamo anche notato un filo di aliasing in particolari condizioni di luce, elemento di cui avremmo volentieri fatto a meno.

Passi in avanti importanti invece per il sonoro con il legittimo squilibrio tra tifo della squadra e quella in trasferta giustamente aumentato e la telecronaca del duo Caressa – Marchegiani con molte più linee di commento che la rendono migliorata rispetto allo scorso anno ma ancora migliorabile. Da questo punto di vista però non c’è molta distanza rispetto “all’altra metà del cielo”, anzi…

Veniamo quindi all’online. Nel corso di una decina di partite che abbiamo avuto modo di fare su Playstation 4 (nel weekend successivo al day one) sia con MyClub che nelle divisioni, non abbiamo riscontrato problemi nella connessione (tramite Fibra a 100 mega) o con i famigerati lagger. In rete qualche lamentela non manca in merito ma ci sembrano numericamente molto inferiori rispetto allo scorso anno.

MyClub è stato modificato ma non rivoluzionato con le aste per gli osservatori e a primo acchito una maggiore facilità nell’avere in squadra un numero sufficiente di top player per far salire vorticosamente lo spirito di squadra. Per quest’anno condividiamo lo spirito “conservativo” della modalità principe oramai del gioco ma dalla prossima edizione bisognerà agire in modo più profondo nelle meccaniche per svecchiare un pò il tutto.

2017-UCL-Arsenal_v_Leverkusen_l

Come speriamo di essere riusciti a spiegare, PES 2017 è un titolo strabiliante nel gameplay, dell’interazione ludica sul campo da gioco, mentre ancora perfettibile su tutto quello che è il contorno. Ancora una volta quella di Konami è la scelta da fare secondo la nostra opinione se date più peso alla sostanza piuttosto che alla forma, vista anche l’annosa questione delle licenze che quest’anno ha conosciuto ulteriori criticità se pur facilmente risolvibili con l’editor o con i file options che le community sono già pronte a rilasciare a brevissimo.

VOTO: 9.5

Per parlare di PES 2017 vi aspettiamo nel forum di PES ITALIA dove trovate la raccolta completa di file options e patch disponibili fino ad oggi così come nel nuovo super gruppo di apPESsionati di Facebook PES Italia e nella omonima Fan Page, PES ITALIA, dove siamo già oltre 15.000!

[AMAZONPRODUCTS asin=”B01G796QKU” partner_id=”ital05-21″]

Commenta con Facebook