Catherine Full Body Recensione Playstation 4

Postato Set 7 2019 - 10:30am da ITG
Catherine Full Body Recensione

Catherine Full Body Recensione del titolo appena uscito per Playstation 4, difficilmente etichettabile come semplice rimasterizzazione del titolo originale, Catherine, ma neppure come prodotto inedito. Siamo infatti di fronte ad una restyling grafico ma anche di contenuti inediti che espandono l’esperienza vissuta all’incirca più di 7 anni fa su Playstation 3.

Come il titolo originale, siamo di fronte ad un’avventura grafica con sequenze di puzzle game, mentre sotto il profilo narrativo siamo di fronte ad un thriller romantico – erotico con una massiccia presenza di elementi onirici e metaforici. Alla dicotomia tra fidanzata Katherine ed amante Catherine, per il nostro alter ego digitale Vincent in Full Body arriva anche una terza figura femminile, Rin che, senza volervi anticipare troppo della trama, si rivelerà essere un personaggio molto diverso rispetto alle due ragazze già note.

Catherine Full Body consente di giocare con le medesime dinamiche delle sequenze puzzle del titolo originale oppure provare i cambiamenti apportati al titolo. Tra le novità inserite c’è anche una componente online che risulta comunque un “plus” ma decisamente marginale rispetto alla corposa e centrale story mode.

Sotto l’aspetto audiovisivo, Catherine Full Body fa di tutto per farsi apprezzare. Ovviamente il peso degli anni è sotto certi versi evidente ma Atlus ha saputo giocarsi bene le sue carte per limitarlo al massimo. Oltre tutto anche il videogame originale era sopratutto trainato dalle sequenze animate degne dei migliori anime nipponici per adulti. Sia chiaro: il tutto non scade mai nel porno o in un eros sfrenato ma comunque si tratta pur sempre di un prodotto destinato ad un pubblico adulto.

La colonna sonora è semplicemente straordinaria con la possibilità di modificarla a proprio piacimento dal Juke Box presente nello Stray Sheep, il locale dove si svolge tutta la componente adventure del videogame e che risulta essere un vero e proprio hub di personaggi e situazioni differenti.

La qualità dei dialoghi è ugualmente elevatissima. Chi vi sta scrivendo questa recensione li ha preferiti ascoltare in inglese ma qualcuno opterà per sentirli in giapponese nella versione originale. Qualunque sia la vostra scelta, ci saranno comunque i sottotitoli in italiano ad aiutarvi nella loro comprensione.

Catherine Full Body Recensione IN CONCLUSIONE

Full Body dovrebbe essere preso ad esempio su come proporre un titolo del passato in tempi più recenti. L’originale Catherine viene infatti migliorato da un punto di vista visivo ma anche ampliato in contenuti e con innovazioni sul fronte del gameplay che però potranno anche essere deselezionate dal giocatore. In questo modo, il titolo esclusivo per Playstation 4 diventa davvero imperdibile sia per i fan del gioco originale, sia per chi ama il suo genere di appartenenza e magari nel 2012 per ragioni anagrafiche non lo aveva potuto apprezzare.

Catherine Full Body Recensione VOTO: 8.5

 

Commenta con Facebook