Sacred 3 Recensione Playstation 3 Xbox 360 PC

Postato Ago 6 2014 - 10:52am da Nicola Coccia

In un settore che non può fare a meno di prendere in considerazione pietre miliari come Diablo e Torchlight, Sacred 3 prova a farsi strada facendo leva soprattutto sulla cooperativa online fino a quattro giocatori, puntando molto di più sulla linearità rispetto al passato e introducendo alcune idee interessanti…

Sacred 3 è disponibile su Amazon.it al prezzo più basso del Web in tutte le versioni, ordinandolo lo riceverete direttamente a casa vostra senza pagare nulla per la spedizione: cliccare per credere!

Il terzo capitolo di Sacred narra la lotta tra il bene e il male per la conquista del prezioso e potente artefatto Il Cuore di Ancaria, in grado di determinare il fato del mondo. Zane Ashen, signore dell’impero Ashen, ha intenzione di entrare in possesso del potente Cuore, anche a costo di allearsi con i Demoni.

La trama non è certo quanto di più originale si possa trovare, ma d’altra parte questo non era un punto forte nemmeno nel caso dei suoi predecessori.
Dopo aver selezionato il vostro personaggio, verrete direttamente catapultati nell’azione, in quello che è un hack ‘n’ slash isometrico molto lineare che fa leva soprattutto nella grande varietà dei nemici (plauso ai programmatori), sul susseguirsi delle missioni e sull’elevata spettacolarità delle mosse speciali.

E’ ovvio quindi che gli elementi da gdr rivestano un ruolo di primaria importanza per quanto riguarda un discorso sul lungo periodo, visto che personalizzare il proprio personaggio e poter diversificare il proprio stile di gioco consentono di tenere desta l’attenzione e la curiosità del giocatore. Le armi a disposizione sono purtroppo pochine e lo stesso dicasi per la lisa dei poteri, comunque migliorabili salendo di livello.

A fronte di un gameplay molto solido e che regala non poche soddisfazioni al giocatore, vanno segnalate missioni che risultano ripetitive, basandosi spesso e volentieri sull’uccisione di orde più o meno infinite di nemici.

La qualità che sicuramente brilla su tutte è la cooperativa cui accennavamo in apertura (sia in locale che online): in questo caso il consiglio è quello di settare il livello di difficoltà al massimo, in moldo da avere una dose di divertimento extra e la necessità di coordinarsi coi compagni.

Passando all’aspetto tecnico, gli sviluppatori hanno fatto un buon lavoro: i personaggi sono piacevoli a vedersi, le ambientazioni offrono diversi spunti di diversificazione e il motore grafico, pur soffrendo di alcuni cali di frame rate, riesce a restituire tutto con solidità. Ottimo il sonoro, con un doppiaggio magistrale (nella nostra versione in inglese sottotitolato in italiano) e musiche di sottofondo che riescono ad impreziosire l’atmosfera di gioco.

IN CONCLUSIONE
Sacred 3 si appoggia su un solido motore grafico e su un ottimo gameplay, ma non fa nulla per rendere questi elementi impreziositi da altri dello stesso spessore. La scelta infatti di aumentare la linearità e di ridurre le sfumature da rpg e la complessità generale fanno sì che il titolo non riesca a divertire anche sul lungo periodo; fortunatamente la modalità cooperativa è stata sviluppata a tal punto  da riuscire ad innalzare significativamente i livelli complessivi di divertimento e di longevità.

GLAMOUR 7
GRAFICA 7.8
SONORO 8.7
GAMEPLAY 7.5
LONGEVITA’ 6.8
TOTALE 7

Commenta con Facebook