Star Wars The Old Republic – Alleanza Fatale: il romanzo

Postato Ago 1 2011 - 12:00am da ITG

Multiplayer.it Edizioni prosegue nella pubblicazione di romanzi dedicati al franchise Star Wars. Dopo Il Potere della forza, volume uno e due, Sean Williams, autore al primo posto nella classifica dei bestseller del New York Times, riproduce fedelmente l’universo del popolare videogioco Star Wars: Knights of the Old Republic nel suo ultimo romanzo, Star Wars – The Old Republic: Alleanza Fatale già acquistabile su Multiplayer.com.

Il romanzo si collega all’Universo di Star Wars in una fase della sua storia che é ancora in via di esplorazione dalla narrativa cartacea, ed é anche un’introduzione a quel che si prospetta essere il piú grande e ambizioso gioco di ruolo elettronico ispirato a quell’universo, Star Wars: The Old Republic.

Quest’ultimo che si è visto assegnare oltre 95 premi dalla critica video ludica ed è stato apprezzato per le innovazioni introdotte nel genere MMO grazie al focus posto, oltre che sui capisaldi del combattimento, dell’esplorazione e progressione dei personaggi, anche a una quarta dimensione, quella della Storia. Con tutte le aspettative riposte su di esso, il libro richiede un talento speciale per imporsi come convincente opera di fantascienza – un talento che Williams certamente possiede.

Tassaa Bareesh, matriarca del cartello del crimine Hutt, sta tenendo un’asta che ha destato l’attenzione della Galassia. Vi partecipano rappresentanti della Repubblica e dell’Impero dei Sith, insieme ad un Padawan Jedi inviato per indagare, a una donna soldato privata dei propri diritti ed espulsa dalla Squadra d’élite Blackstar e ad un misterioso Mandoloriano con un obiettivo del tutto personale.

L’inviato della Repubblica, peró, non é quel che sembra, il delegato dell’Impero é uno spietato apprendista Sith, il Padawan Jedi é deciso a fare la cosa giusta ed é terrorizzato dall’idea di non riuscirci, la donna soldato spera di riscattare la propria ed il Mandaloriano sta riuscendo in qualche modo a rimanere un passo avanti a tutti…

Commenta con Facebook