Tevez e Norvegia: Storie di ordinaria follia calcistica

Postato Mag 15 2012 - 12:00am da ITG

In un post, racchiudiamo due notizie decisamente poco costruttive dall’universo calcio. A Manchester, il City ha vinto lo scudetto dopo oltre 40 anni e la festa è stata grande ma Carlitos Tevez è andato decisamente troppo in là. Nel corso dei festeggiamenti ha infatti issato uno striscione con scritto “Riposa in Pace Fergie” ovvero Ferguson, l’allenatore dei Red Devils del Manchester United. Scuse prima del City e dello stesso giocatore che ha dichiarato di “essersi fatto prendere dall’atmosfera di festa”.

In Norvegia invece un gesto di fair play diventa una situazione molto imbarazzante. Erik Mjelde, giocatore del Brann, voleva restituire la palla ai giocatori del Lillestrom. Un atto dovuto visto che gli avversari, per consentire i soccorsi a un compagno infortunato, avevano allontanato volutamente la palla in fallo laterale. Purtroppo il “passaggio” di Mjelde, complice un errore di valutazione imbarazzante del portiere del Lillestrom, si trasforma in un gol straordinario dalla sua metà campo. A quel punto i calciatori del Brann decidono di lasciar segnare i rivali per rimediare all’errore. Non tutti però sono d’accordo: il portiere Piotr Leciejewski si oppone infatti all’azione dell’attaccante avversario, probabilmente convinto che il mancato fair play fosse esclusivamente colpa del suo maldestro collega. Per la cronaca partita finirà 4 a 3 per il Brann. Ecco i video delle due storie di ordinaria follia calcistica…

Commenta con Facebook